politica

Pontina, Ialongo e Miele: si facciano interventi seri

La strada resti fuori dalla campagna elettorale

LATINA – “La Pontina è sempre più una strada colabrodo, piena di voragini, dove si deve procedere a zig zag, e se si schiva la buca a destra si finisce in quella a sinistra”, a dirlo sono Giorgio Ialongo e Giovanna Miele, consiglieri comunali di Forza Italia.

“Le condizioni del manto stradale di questi giorni di pioggia hanno dimostrato ancora una volta, semmai ce ne fosse stato bisogno, la pericolosità della strada che collega Latina a Roma. Leggiamo di automobilisti, autobus pubblici e mezzi pesanti costretti a fermarsi a bordo strada, per cambiare pneumatici distrutti dalle voragini presenti sull’asfalto. Un comportamento che mette a rischio l’incolumità dei malcapitati automobilisti, e che è dovuto alla negligenza di chi deve occuparsi della manutenzione della Pontina – aggiungono i due esponenti di Forza Italia -. E poi, il numero di incidenti giornalieri, spesso gravi, se non mortali, confermano che questa arteria necessita di interventi seri. Interventi che devono essere immediati. Non basta ricoprire le buche con una gittata di asfalto”.

“Invece ci troviamo nostro malgrado ad assistere all’ingresso della Pontina in campagna elettorale, merce di scambio per Nicola Zingaretti e i suoi alleati di Liberi e Uguali, che non vogliono la realizzazione della Roma-Latina. Noi – proseguono – sosteniamo che Pontina e Roma Latina non devono essere terreno di scontro elettorale. Pretendiamo invece dalla Regione interventi seri e decisi su quella che è la strada principale che collega il capoluogo pontino alla Capitale. Non può restare in queste condizioni, e non bastano piccoli interventi di manutenzione ordinaria. E soprattutto – concludono Ialongo e Miele -, ci auguriamo quando i tempi della giustizia avranno fatto il loro corso, di vedere aperti i cantieri per la realizzazione della Roma-Latina, opera irrinunciabile per permettere a Latina di uscire dall’isolamento in cui è collocata”.

EDY GIOIELLI A LATINA

2 Commenti

2 Commenti

  1. Germano Buonamano Mancaniello

    Germano Buonamano Mancaniello

    18 gennaio 2018 alle 9:35

    Interventi seri?, l’unico intervento serio è chiudere definitivamente la strada della morte come chiudere una bara al cielo aperto con tutto il rispetto per i morti che ci sono stati.

  2. giuliano dolce

    18 gennaio 2018 alle 16:46

    Auspichiamo tutti l’ apertura immediata dei cantieri per porre finalmente fine ai gravi incidenti giornalieri e la fine dell’ isolamento della città di Latina abbandonata a se stessa da decenni senza opportuni investimenti per il rilancio economico-turistico-occupazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto