protocollo d'intesa con Prefettura e Questura

Bullismo e cyberbullismo a Latina, un modello per contrastarli dedicato alla pm Tortora

Best practice: la scuola capofila è la Frezzotti-Corradini

LATINA – E’ dedicato alla pm Maria Eleonora Tortora scomparsa di recente, e alla sua sensibilità di magistrata  esperta di reati sui minori, il protocollo d’intesa “Il coraggio è fuoco il bullismo è fumo. Insieme possiamo smontarlo” sottoscritto dall’Ic Frezzotti Corradini di Latina con Prefettura e Questura. Un titolo scelto non a caso dagli alunni dell’istituto comprensivo guidato dalla dirigente Roberta Venditti, che è anche capofila della rete di scuole pontine che lottano contro bullismo e cyberbullismo. Nell’incontro che si è svolto oggi è stato siglato con il nuovo prefetto di Latina Maria Rosa Trio e il nuovo Questore Carmine Belfiore il documento che contiene le best practices da adottare per contrastare una problematica che investe ancora troppi ragazzi.

Tra i punti di partenza, il fatto “che sono sempre più frequenti gli episodi segnalati ai servizi territoriali e alle Forze dell’Ordine relativi al fenomeno di atti di bullismo e cyberbullismo durante le attività didattiche” e che la scuola vuole assumersi la responsabilità di “tutelare il benessere degli alunni e il rispetto della legalità all’interno degli spazi scolastici. Con il protocollo le parti si impegnano a darsi reciproca assistenza e ad agire, in caso di atti di bullismo, secondo regole  scritte, promuovendo allo stesso tempo attività di formazione, sensibilizzazione, informazione.

Ad agire sarà un Nucleo operativo territoriale permanente del Lazio che è stato istituito (art 3) “coinvolgendo esperti esperti formati sulle problematiche relative alle nuove forme di devianza giovanile a disposizione delle scuole attraverso incontri info/formativi presso il CTS di Latina. Il gruppo di lavoro integrato ha come obiettivo la formazione sul campo, la valutazione ed il monitoraggio delle procedure adottate e dei risultati conseguiti.
Il gruppo si riunirà periodicamente sulla base di un calendario che sarà concordato tra tutti i soggetti”

“Un incontro quello di oggi molto importante, proprio perché ci si è dotati di uno strumento operativo-  ha sottolineato il Garante per l’infanzia Iacopo Marzetti, presente a Latina – Prossimamente ci occuperemo di conflittualità genitoriale, è importante affrontare anche questo tema”

ASCOLTA

Il protocollo porta la firma della Dirigente Scolastica Prof.ssa Roberta VENDITTI, del prefetto Maria Rosa TRIO, Prefetto di Latina, del Questore Carmine BELFIORE, del Dott. Gregorio CAPASSO , Sostituto Procuratore della Procura della Repubblica di Latina, dell’Avv. Jacopo MARZETTI, Garante Infanzia e Adolescenza della Regione Lazio,  del Dott. Gianfranco PINOS , ex Ispettore Capo della Polizia Postale di Stato,  del Dott. Guglielmo CIUFO Comandante Sezione Polizia Postale di Latina,   del Dott. Floriano SVOLACCHIA, Sovraintendente Capo Polizia Postale di Latina, del Dott. Gino DALL’ARMELLINA, Assistente Capo Polizia Postale di Latina; e ancora del Dott. Lino CARFAGNA, Medico Psichiatra – Responsabile Direzione Dipartimento Salute Mentale ASL LT, del Dott. Pasquale TRIPEPI, Medico Psichiatra – Dirigente CSM (Centro di Salute Mentale) ASL LT,  della dott.ssa Monica SANSONI, Responsabile degli ascolti minori e famiglie, Responsabile delle attività e dei procedimenti assegnati all’area Garante Infanzia e Adolescenza- Regione Lazio, della Dott.ssa Graziella CANNELLA, quale Responsabile del I e II Settore dell’ATP di Latina, della dott.ssa Sara Teresa MARIANI, avvocato- referente territoriale della sede di Latina dell’AIAF -associazione italiana degli avvocati per la famiglia e i minori, della Dott.ssa Alessia MICOLI, Psicologa criminologa, dei docenti Adele ORLANDO e Elisa MARIANI, referenti Progetto Generazioni Connesse, degli  Operatori del CTS di Latina, Marco TORELLA, Giuseppina NETTO, Simona TRIPEPI , del  Prof. Marco TORELLA – il referente d’istituto per bullismo e cyberbullismo dell’IC Frezzotti- Corradini, e del filmaker Luca ARGENTESI.

5 Commenti

5 Commenti

  1. Germano Buonamano Mancaniello

    Germano Buonamano Mancaniello

    5 aprile 2018 alle 12:35

    No al bullismo, no e no e no!!!.

  2. Germano Buonamano Mancaniello

    Germano Buonamano Mancaniello

    5 aprile 2018 alle 14:24

    Prima media, prima media, seconda media, seconda media, terza media, terza media, espulso.
    ..non fate di testa vostra ascoltate sia i genitori che gli insegnanti degni di essere degli insegnanti e un insegnante degna di essere insegnante, la scuola è la forma di cultura più bella ed esiste al mondo affinché sia pubblica anche se ad oggi in Italia contiamo oltre otto milioni di Laurendi e Laureande disoccupati.

  3. Germano Buonamano Mancaniello

    Germano Buonamano Mancaniello

    5 aprile 2018 alle 14:26

    Ciò che conta è non fare il Bullo e non fare la bulla vivi e lascia vivere.

  4. Germano Buonamano Mancaniello

    Germano Buonamano Mancaniello

    5 aprile 2018 alle 14:33

    “Un giorno ti pentirai”

    .. ed è successo che ad oggi un asino mi ride in faccia e mi sta bene, voi studiate, la scuola è la forma di cultura più bella ed esistente al mondo.

    P.s.) chiedo scusa alla Preside e tutti i professori e le professoresse che non ho voluto mai ascoltare.

    N.b. mi rimprovero da solo per un errore madornale ed è che non ho ascoltato mai chi di dovere ad iniziare proprio dai miei Genitori, ascoltate i vostri Genitori sempre.

  5. Germano Buonamano Mancaniello

    Germano Buonamano Mancaniello

    5 aprile 2018 alle 14:43

    C’è sempre un buon motivo per essere responsabile.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto