indagano i carabinieri

Sperlonga, tragico epilogo per la 13enne risucchiata sul fondo della piscina

La ragazza trasportata al Gemelli di Roma è morta. Sequestrata la vasca e le pompe di aspirazione

SPERLONGA – Risucchiata dal bocchettone della piscina del Grand Hotel Virgilio di Sperlonga in cui stava facendo il bagno, è morta alle 4 di questa mattina la ragazza di 13 anni di Morolo in provincia di Frosinone che era stata soccorsa e riportata a galla da un turista. La scena drammatica e assurda è accaduta intorno alle cinque di pomeriggio di mercoledì davanti agli occhi atterriti dei genitori.

E’ stato un turista straniero ad accorgersi per primo di quando stava accadendo e ad allontanare non senza fatica la giovanissima  dal punto di aspirazione sul fondo della vasca: la ragazza a quel punto era già priva di sensi. Momenti di grande paura e ora l’epilogo peggiore, la ragazza non ce l’ha fatta. Rianimata subito da un medico presente nell’hotel, trasferita al Gemelli di Roma in eliambulanza, è spirata nelle prime ore di questa mattina .

I carabinieri stanno cercando di ricostruire quanto accaduto. L’impianto è stato sequestrato insieme con il locale tecnico da cui si governa il funzionamento della piscina. Il corpo della ragazza è a disposizione dell’autorità giudiziaria che dovrà decidere se disporre accertamenti.

EDY GIOIELLI A LATINA

1 Commento

1 Commento

  1. Pingback: Morta la ragazza di 13 anni soccorsa ieri in piscina a Sperlonga - WordWeb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto