Borgo Sabotino, urgenti interventi per la scuola. La lettera di Renzo Scalco

LATINA – Lettera del consigliere Renzo Scalco al commissario Prefettizio del comune di Latina, Guido Nardone.

Riceviamo e pubblichiamo

“Mi permetto di sottoporre alla Sua attenzione alcune esigenze della realtà scolastica di B.go Sabotino, perché nella programmazione dei Suoi interventi possa intraprendere alcuni provvedimenti che rivestono un particolare carattere di urgenza. La sede centrale dell’Istituto Comprensivo “Vito Fabiano”, dove sono ubicate la scuola primaria, la secondaria e gli uffici della direzione, necessita di un intervento di manutenzione straordinaria, dell’attivazione dell’ascensore e la sistemazione della circostante area verde. Per il prossimo anno scolastico, in particolare, occorre reperire almeno due aule: una per la scuola primaria e una per la secondaria. Il Dirigente scolastico ha evidenziato tali necessità e avuto un primo incontro con il competente ufficio tecnico per trovare le soluzioni più rapide ed efficienti. Gli edifici delle scuole dell’infanzia di B.go Sabotino sono ormai insufficienti ad accogliere tutti i bambini richiedenti e si avverte sempre più l’esigenza di un servizio per la prima infanzia (almeno per la fascia d’età dai 24 ai 36 mesi). Garantita una decorosa sistemazione abitativa alle suore, che dopo tanti anni d’impegno lasciano l’incarico educativo dei più piccoli. La Giunta Comunale ha, nei tempi opportuni, deliberato la stabilizzazione della scuola comunale “San Leonardo Murialdo”. Il positivo completamento di tale iter necessita di un Suo autorevole intervento presso l’U.S.P. di Latina in modo che sia assegnata la dovuta dotazione organica di personale docente e ATA di competenza dello Stato. Annesse all’I.C. “V. Fabiano” sono le scuole di B.go Santa Maria e Borgo Grappa. Per le prime è stato avviato un complesso progetto di ammodernamento delle strutture con la costruzione ex novo di un edificio per la scuola primaria in quanto gli attuali edifici presentano carenze strutturali difficilmente colmabili con interventi di ristrutturazione e di parziale ampliamento. Ritengo che l’idea da portare avanti sia quella di realizzare un polo scolastico per i bambini dai 24 mesi agli 11 anni integrando nella stessa struttura i due ordini di scuola (dell’infanzia e primaria) con un servizio per la prima infanzia. Non sussistono particolari problemi nelle scuole di Borgo Grappa, le cui strutture sono moderne e ben tenute, se non un intervento di livellamento del terreno nel giardino e il collaudo dell’impianto antincendio. Proprio la carenza di spazi sta determinando delle frizioni tra la scuola e alcune famiglie per l’applicazione di criteri territoriali di ammissione dei bambini nella scuola dell’infanzia. Occorre ridefinire i bacini d’utenza di ciascuna scuola in modo da garantire certezze sia agli operatori che all’utenza. Mi rendo conto di aver redatto un capitolo di programma amministrativo alquanto ampio e, forse non completamente attuabile durante la Sua gestione della nostra Città, ma, nello spirito di collaborazione tra Enti territoriali e tra cittadini impegnati a titoli diversi della gestione del bene pubblico, ho ritenuto rappresentarLe nella maniera più completa possibile il quadro della situazione perché Ella possa effettuare con consapevolezza e gradualità gli interventi necessari per migliorare i servizi alla persona. Le assicuro la mia disponibilità sia per ogni ulteriore confronto, sia per sostenere nelle sedi a me più consone il Suo impegno e le Sue proposte. Nel ringraziarLa dell’attenzione che mi ha prestato, Le porgo i migliori auguri per un proficuo lavoro a favore della Città di Latina e dei suoi abitanti insieme ai sensi della mia stima”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto