Tagli alla sanità, ecco la bozza presentata dalla presidente Polverini

L'ospedale Goretti di Latina

REGIONE – Gaeta e Sezze saranno ridimensionati e diventeranno presidi sanitari di medicina, i pazienti più gravi verranno dirottati al Santa Maria Goretti e a Formia. I tagli parziali nella sanità pontina arrivano a circa 50 posti tra Latina e il sud pontino, e tagli di budget anche del 10% nelle strutture private accreditate. Non ci sarà l’aumento dei posti letto a Priverno come era stato richiesto dai cittadini e al momento sono bloccati due grandi progetti, quello del Policlinco del Golfo e quello del nuovo ospedale a Latina.

BOZZA – E’ questa la bozza sulla sanità presentata dalla governatrice del Lazio Renata Polverini oggi nel corso di una conferenza stampa di presentazione. Immediati i commenti: Secondo l’ex vicepresidente della Regione Esterino Montino questi tagli “aumenterebbero la mobilità passiva, cioè spingerebbe parte della popolazione della nostra regione ad andare a curarsi fuori dal Lazio, aumentando il disavanzo”. Per Claudio Moscardelli del Pd: “Il provvedimento è senza un criterio logico e non è vero che opera un taglio del 4% medio, in realtà invece il taglio sul budget è mediamente oltre al 10% e per alcune struttre arriva a punte del 15% costringendole sostanzialemnte alla chiusura. Il provvedimento – dice ancora Moscardelli – sul riordino della rete colpisce la provincia di Latina sia sulle strutture pubbliche sia su quelle private”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto