Wyeth, sedici ore di sciopero contro gli esuberi

APRILIA – Un pacchetto di 16 ore di sciopero da spalmare nei prossimi giorni è quanto deciso dai dipendenti della Whyeth che ieri si sono riuniti in assemblea dopo la riunione in Confindustria Latina delle Direzioni Aziendali di Wyeth/Pfizer e la RSU. “Wyeth ha annunciato con data 1 maggio ” festa dei lavoratori” l’apertura di un procedimento di mobilità con un esubero strutturale di 74 lavoratori della sede commerciale”, dicono dall’Ugl Chimici. La Wyeth ha anche dichiarato che ad oggi l’ esubero è sceso a 72 lavoratori visto che due lavoratori hanno trovato occupazione a Roma, mentre ha affermato che ci sarebbero le possibilità di ricollocare ulteriori 11 posizioni che potrebbero abbattere ulteriormente gli esuberi. “La UGL Chimici, di fronte al grave impatto occupazionale ha criticato la procedura di mobilità e ha dichiarato la disponibilità a discutere di strade alternative alla messa in mobilità dei lavoratori e ha richiamato le direzioni ad una responsabilità sociale dell’ impresa”. La Delegazione ha anche richiesto una verifica della possibilità per gli eventuali volontari che usufruiranno del progetto Welfarma, e come questo progetto possa influire in positivo la vertenza. “Abbiamo inoltre suggerito di seguire tutti i possibili percorsi alternativi previsti dalla legge sugli ammortizzatori sociali al fin di evitare i licenziamenti e la fattibilità di trovare un budget economico per i lavoratori interessati”. Le parti si sono date appuntamento per i primi giorni di Giugno per una verifica delle richieste avanzate dal Sindacato. Nel prossimo incontro saranno forniti i numeri reali dei lavoratori in esubero e dei lavoratori che potranno essere ricollocati.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto