In stato di agitazione i medici Ursap

Shares

LAZIO – L’assemblea dei soci dell’Ursap Federlazio (Unione Regionale Sanità Privata) e la totalità delle strutture di medicina specialistica sul territorio si sono riunite e hanno dichiarato lo stato di agitazione e firmato i ricorsi al TAR contro i decreti commissariali.

“Non è più sostenibile – afferma Claudia Tulimiero Melis, Presidente Ursap Federlazio – che una categoria venga vessata periodicamente da provvedimenti ingiusti, tagli del budget che sono arrivati al 30% e subito dopo è chiamata a discutere sulla rete dei laboratori che porterà al taglio di migliaia di posti di lavoro.

Siamo ormai ad uno ‘stalking’ continuo della categoria, dei lavoratori e dei collaboratori delle strutture che vedono tutti i giorni il pericolo della chiusura mancando le condizioni per lavorare con serenità”.

“Non abbiamo ancora notizie sul ritiro del decreto 45 del 2010 – continua la Melis – dopo la vittoria al Consiglio di Stato sulle tariffe, la cui sentenza è stata già notificata ai vertici del Ministero della Salute, dell’Economia  e della Regione Lazio. Ma intanto, a partire da luglio, aumenteranno le liste di attesa per i cittadini della Regione Lazio”.

“Gli imprenditori sono ormai allo stremo – ha concluso la Melis – e già qualcuno preannuncia denunce penali e richieste di risarcimento danni a seguito della recente sentenza del Consiglio di Stato”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto