Nexans, un mese di tavolo di confronto con l’azienda

BORGO PIAVE – Nexans. Si è svolto oggi l’incontro al ministero dello sviluppo economico a Roma tra sindacati, Rsu e azienda. Il presidente della Nexans ha annunciato immediatamente la decisione di chiudere i battenti il prossimo 3 giugno. I sindacati, invece, hanno ottenuto una proroga di un mese, fino a quando cioè, non ci sarà un prossimo incontro al Ministero. Fino ad allora, a partire da giovedì sarà istituito un tavolo di confronto con l’azienda per verificare se ci sono le condizioni per mantenere, anche se ridotta, l’attività sul sito di Borgo Piave, o se si può pensare ad una reindustrializzazione.

SINDACATI – Dario D’Arcangeli della Cgil non si ritiene soddisfatto: “Abbiamo guadagano un mese – ha detto – ma la delusione è tanta, soprattutto per il comportamento assunto dal residente dell’azienda che non ha neanche aspettato la fine dell’incontro. E’ un fatto grave perché non si cmunica una decisione così importante in questo modo e soprattutto con questa grande legerezza. Andare via prima della fine della riunione denota poca sensibilità nei confronti dei lavoratori e dei sindacati. Ora – ci tiene a precisare D’Arcangeli – abbiamo bisogno dell’impegno di tutte le forze politiche locali e nazionali, ma anche della città, che fino ad ora ci ha sostenuti”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto