Pane corese, l’amministrazione vuole in marchio di qualità

Uno dei pani realizzati per la manifestazione di maggio

CORI – L’amministrazione comunale e panificatori di Cori e Giulianello sono seriamente intenzionati ad intraprendere la strada che dovrà condurre all’attribuzione di un marchio di qualità al pane corese, al fine di certificare che il prodotto possiede determinate caratteristiche qualitative ed è stato prodotto seguendo determinati procedimenti. Se ne era già parlato nel convegno “Cori e il suo pane: il recupero della tradizione per un marchio di qualità”, tenutosi il 16 maggio scorso in occasione dell’evento “La civiltà del grano”, “ora è giunto il momento di concretizzare al massimo la discussione sull’importanza istituzionale del controllo della qualità perché diventa sempre più un impegno per le produzioni tipiche ed enogastronomiche del territorio presentarsi ai consumatori, non solo nelle forme più accattivanti, ma anche e soprattutto con prodotti di qualità”.

L'assessore alla cultura del comune di Cori

“Questo – spiega l’assessore alla cultura – è il segno di una ritrovata fiducia e il frutto di un impegno costante di tutti i panificatori di Cori e Giulianello che per dare risposte adeguate alle esigenze della rete di vendita si stanno sviluppando e rinnovando”. La creazione del marchio di qualità diventa perciò uno strumento altamente competitivo che potrebbe rappresentare un’adeguata risposta alle aspettative dei consumatori e permettere un maggiore potere contrattuale alle parti nei rapporti con gli operatori del mercato.

Secondo il Sindaco, il Delegato e l’Amministrazione tutta “il nostro pane, insieme al vino e all’olio, rappresenta quella continuità con il passato che la storia di Cori ci ha consegnato nominandoci di fatto gelosi custodi di una tradizione che ha bisogno di una sola cosa: la valorizzazione.”

 

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto