Presentato oggi il centro Eda (Equipe dà aiuto)

Fabio Bianchi

LATINA – Presente l’assessore provinciale alle Politiche Sociali Fabio Bianchi si è  svolta presso l’aula magna del Liceo Scientifico “Grassi” di Latina la presentazione del Centro EDA (Equipe dà aiuto) per il sostegno alle vittime di abuso e maltrattamenti ed ai loro familiari.
Il progetto è finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento delle Pari Opportunità – che ne ha affidato la realizzazione alla cooperativa Spazio Incontro onlus di Formia da anni impegnata nella lotta contro l’abuso sull’infanzia.
All’incontro erano presenti la dr.ssa Giuliana Colucci per la Provincia di Latina e alcuni rappresentanti dell’EDA coop. Sociale Spazio Incontro, dott. Gianni D’Onorio De Meo, dott.ssa Daniela Di Pirro, dott.ssa Marianna Capobianco che hanno presentato il servizio ai presenti in platea. Il centro sarà operativo presso la sede di Formia in via Condotto Largo Berlinguer e, data la sua peculiare posizione confinante con le province di Frosinone e Caserta, estenderà il suo raggio di azione anche a tali territori. Il servizio risulta essere molto importante perché offrirà una risorsa specialistica che prevede la presa in carico del bambino vittima di abuso e della sua famiglia e/o l’accompagnamento del minore nell’iter giudiziario. La presa in carico sarà gestita da un’equipe multidisciplinare (psicologi, psicoterapeuti, assistenti sociali, consulente legale, psichiatra) ed avverrà attraverso una analisi accurata della domanda, a cui seguirà un iter valutativo a diversi livelli (individuale, familiare, sociale). L’obiettivo fondamentale è la tutela del minore sia attraverso la pianificazione di un progetto di intervento integrato tra i servizi coinvolti  e sia, qualora le valutazioni del caso lo consentano, la strutturazione di un progetto terapeutico per il minore e la famiglia. L’invio del caso potrà provenire da: Servizi sociali comunali, Servizi sanitari per minori ed adulti (Dipartimento materno infantile, Sert, CSM, pediatri, medici di base), Autorità giudiziaria, Strutture di accoglienza per minori, Scuole, Privato sociale.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto