Terme di Suio, l’intervento del consigliere Fusco

La crisi economica che investe anche gli Stati più ricchi del mondo si fa sentire e sempre con maggior forza anche sulla nostra provincia.
Tutti i responsabili della cosa pubblica ad ogni livello e per le proprie competenze si stanno adoperando per tentare di arginare  la crisi mettendo in atto ogni possibile iniziativa per favorire lo sviluppo economico della provincia di Latina.
E’ inutile dire che il compito ogni giorno  di più appare più arduo ma una cosa è certa tutti i responsabili sono obbligati almeno a provarci. La nostra provincia non può non tener conto della propria vocazione turistica ed agricola e tutto deve essere fatto in  questa direzione facendo si che ancora di più i settori citati siano sostenuti ad ogni livello e con ogni mezzo perché è da questi soprattutto che potrà trovarsi maggiori occupazioni e la ripresa economica.
Abbiamo  bisogno di una ripresa economica ma ancora di più  di un aumento dei livelli occupazionali che è ben altre cose anche per sopperire la perdita dei livelli occupazionali nel settore industriale. La provincia di Latina  con le sue bellissime coste e le sue formidabili colline  avrebbe tutto quanto basta per non  temere rivali oppure  problemi di crescita ci sono e vanno urgentemente rimossi.
Anche il termalismo va sostenuto e incrementato. Le terme di Suio, le uniche vere terme della provincia vanno potenziate concretamente e il compito per ciò non può essere lasciato al comune ove sono ubicate a Castelforte.
Le Terme di Suio con le sue alte qualità terapeutiche e turistiche sono patrimonio dell’intera provincia e come tali debbono essere trattate e considerate e mi piacerebbe che il neo assessore al turismo della regione Lazio l’On. le Stefano Zappalà, lo condividesse e se ne facesse portatore. Per lo sviluppo delle terme occorre intervenire anche e soprattutto a livello strutturale mi riferisco al potenziamento della viabilità. Le vie di comunicazione sono insufficienti e quindi inadeguate. Si è molto parlato di un intervento sulla at 430 che collega le Terme con l’autostrada del sole (casello San Vittore) per il quale è stato anche firmato un protocollo d’intesa tra le province interessate (Frosinone, Latina, Caserta e la regione Lazio) ma fino ad oggi nulla sembra essere stato fatto. La provincia di Latina dal canto suo su richiesta del comune di Castelforte a costituito la società Terme di Suio con la camera di commercio sarebbe il caso alla società potesse aderire anche la Regione.

Riceviamo e pubblichiamo

dal Consigliere
Pasquale Fusco

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto