Festival Blues Leonardo al via a Sezze

SEZZE – Torna anche quest’anno il Festival blues Leonardo organizzato dall’associazione Leonardo di Sezze, direttore artistico Herbie Goins. Il festival si svolgerà a Sezze il 23 e il 24 luglio presso l’auditorium all’aperto del centro sociale “Calabresi”, nella zona del Parco della Rimembranza. Tra gli artisti di quest’anno che si alterneranno sul palcoscenico della kermesse setina, Ci sono i nomi di Earl Thomas, che si esibirà venerdì accompagnato dai The kings of rhythm, e di Dede Priest che invece sarà a Sezze sabato accompagnato dalla sua band. Per ben quattro volte vincitore del “San Diego Blues Music Award”, Earl Thomas rappresenta senza alcun dubbio una delle voci più originali della sua generazione. I suoi show sono ad alto voltaggio grazie alle sue notevoli doti vocali e nel ballo che finiscono inevitabilmente per coinvolgere il pubblico presente. Nato nel Tennesse ha vissuto per anni nel nord della California, per poi trasferirsi successivamente a Memphis dove ha saputo immergersi completamente nella magica atmosfera di questa grande città dove blues, rock, soul e funk si incontrano e si fondono inevitabilmente. Earl Thomas ha condiviso il palco con autentiche leggende quali Etta James, Ike Turner, B.B. King, Dr. John e Les McCann ed ha suonato dovunque girando in lungo e in largo gli Stati Uniti e l’Europa dove in passato si è già esibito con la strepitosa british band di Paddy Milner, i “Big Sound”. In questa lunga tournèe estiva italiana che lo porterà anche a Sezze, Earl Thomas si esibirà con una gloriosa band, “The Kings of Rhythm” conosciuti ai più per essere stati tanti anni al fianco del grande Ike Turner. Con Earl Thomas è assicurato un concerto Blues/Soul/Funk di altissimo livello che farà sicuramente felice il pubblico partecipante. Il sabato sarà la volta di Dede Priest e della sua band, concerto previsto per la serata conclusiva del Festival Blues Leonardo. Nata a Dallas (Texas), Dede Priest è immersa fin da piccola nell’universo della musica attraverso gli studi classici del violino ma è subito chiaro che la voce è il suo strumento migliore. Inizia cantando diversi generi musicali ma il suo talento si forma spontaneamente nel Blues e nel Gospel. Dopo una laurea in filosofia all’Università del Texas, si dedica professionalmente alla sua principale passione collezionando numerose esperienze in tour negli Stati Uniti e in Europa e facendosi notare oltre che per le sue straordinarie doti vocali, anche per il suo stile unico. Una voce dirompente che si fonda sulle radici del Blues tradizionale texano e incontra le più interessanti sonorità e timbriche della musica contemporanea, il tutto impreziosito dal calore e dal feeling che sprigiona la sua colorata personalità. Dede Priest ha diviso il palco con artisti del calibro di Clarence Gatemouth Brown, Leon Russell, Tommy Shannon (Double Trouble), Harry Belafonte e tanti altri. Definita da molti “Regina del Blues contemporaneo”, Dede sta dando prova della sua potente e intensa voce attraverso una contaminazione originale di Blues, Soul e Jazz, un’esplosione di energia che trasforma ogni concerto in un rito liberatorio di ritmi, danze e canti collettivi. L’apertura delle due serate è stata affidata alla Bluesland Band (venerdì 23 luglio) e a Marcello Covertiti Blues Inn (sabato 24 Luglio) L’incasso della serata al netto delle spese, sarà devoluto a favore dei progetti in corso presso il Servizio Recupero Psichiatrico e Servizio Riabilitativo della comunità di Santa Fecitola – Centro Diurno di Latina.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto