Graziano risponde alla Prestigiacomo

LATINA – “Vocazione maturale, ci stiamo organizzando, sottoscriveremo questo ma anche quell’altro protocollo d’intesa. Faremo accordi di programma per garantire al Lago di Paola la sua vocazione di oasi naturale. Un progetto, riporta sempre la stampa locale, che punta a sottrarre il Lago da eventuali tentativi di speculazione, perché quello è un Lago che, di fatto, appartiene al parco”. Pensieri e parole del ministro all’ambiente Stefania Prestigiacomo.

Pensieri e parole che in verità e in più occasioni aveva avuto modo già di sostenere: dalle sponde del lago, come nelle ovattate stanze del potere romano. A distanza di mesi, non solo l’illustre personaggio della politica nazionale non ha cambiato la sua pur rispettabile posizione, ma constatiamo però che neanche ha prodotto nulla di concreto per sollevare dalle difficoltà quotidiane decine di cittadini che sul Lago di Paola e intorno ad esso trovavano il sostentamento per le loro famiglie. Ci tiene inoltre a precisare il Ministro all’Ambiente che, di fatto, la proprietà del lago è del Parco Nazionale del Circeo e non di privati. Questa una novità in assoluto, crediamo, anche per la famiglia Scalfati che merita nel prossimo futuro un approfondimento. E mentre tutto questo accade, realmente e non di fatto, il cantiere Rizzardi, orgoglio un tempo dell’imprenditoria Pontina, sta chiudendo ogni sua attività: con drammi umani e non virtuali per centinaia di addetti. Sarebbe poi opportuno che il ministro, mettendo da parte il politichese, ci facesse comprendere quanti e quali sono stati, se ci sono stati, i tentativi di speculazione sul Lago di Paola e sul Parco Nazionale del Circeo e quale sfruttamento diverso dalla vera vocazione naturale sia stato sventato: dall’Ente Parco, dalla Regione Lazio e dal Ministero dell’Ambiente. Nell’attesa di una cortese risposta, ci rivolgiamo al Presidente Berlusconi, affinchè faccia ravvedere la posizione politica che sta sostenendo pervicacemente da mesi un suo ministro: una vicenda, seppur complessa, che non riesce ad intendere pienamente.

Dichiarazione capogruppo del Pdl Paolo Graziano.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto