“In Forma” contro l’obesità: nel Lazio bambini troppo grassi, sono quasi 115mila

LAZIO – 114.783 bambini del Lazio tra i 6 e gli 11 anni hanno problemi di sovrappeso e obesità. In particolare il 26% tra gli 8 e i 9 anni è in sovrappeso, il 13% obeso. I dati diffusi da “Okkio alla Salute” destano preoccupazione e accendono i riflettori su un fenomeno, quello dell’obesità infantile, che allarma tanto in Italia quanto nella nostra regione. Con obiettivo preventivo il Movimento Difesa del Cittadino Lazio ha messo in campo una serie di azioni destinate a scuole e famiglie e mirate a promuovere uno stile di vita alimentare sano e corretto tra i bambini e i ragazzi dai 6 ai 13 anni. Tra queste iniziative, inserito nel programma utenti e consumatori 2009 della Regione Lazio, il progetto “Bimbi In Forma”, orientato a «dare  sostegno ai genitori – spiega Livia Zollo, presidente del Movimento Difesa del Cittadino Lazio – il cui ruolo è essenziale in questo contesto: non bisogna dimenticare che l’obesità infantile comporta non solo problemi fisici, ma anche psicologico-sociali per i nostri figli».

“BIMBI IN FORMA” – Attraverso il Numero Verde 800.913514  o l’e-mail lazio@mdc.it, le famiglie potranno avere informazioni su quali ASL della regione Lazio hanno attivato servizi di assistenza sociosanitari specializzati sulla nutrizione e l’obesità tra i più piccoli. Una mappa completa con l’elenco e i contatti di tutte le strutture presenti in regione la si può scaricare dal sito www.mdclazio.it/bimbiinforma. I risultati del progetto, che prevede anche la somministrazione di un questionario ad hoc a insegnanti e genitori, saranno raccolti in un dossier che verrà presentato e distribuito nel corso di un workshop conclusivo che si terrà a Roma nel mese di novembre.

Nelle provincia di Latina si sono già svolti alcuni focus group,nel corso dei quali genitori, insegnanti, pediatri, psicologi, sociologi e nutrizionisti si sono confrontati sulle principali cause legate alla diffusione dell’obesità tra ragazzi e sulle possibili azioni migliorative da attuare per la prevenzione e la cura della stessa, a partire da eventuali criticità riscontrate nel proprio territorio di residenza.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto