“Libera”, la carovana antimafie fa tappa a Cisterna

CISTERNA – Farà tappa domani a Cisterna , presso il  terreno confiscato ai Casalesi, in località Piano Rosso, la carovana dei Giovani di Libera contro le mafie. La comitiva incontrerà i coordinamenti dell’associazione di Latina e del Lazio e la cooperativa “Il Gabbiano” che ha in gestione il terreno confiscato. Su quei tre ettari i ragazzi del Gabbiano  coltivano la vite e producono un vino trebbiano chiamato Campo Libero, un prodotto a marchio Libera Terra. Saranno presenti all’iniziativa anche rappresentanti dei gruppi scout Agesci di Latina e di Cisterna. L’appuntamento è alle ore undici di domani. Dopo l’incontro sul terreno confiscato la giornata proseguirà al campo rom “Al Karama” di Borgo Montello. La carovana sbarcherà poi nel pomeriggio a Roma, in viale Amelia, per ricordare
con don Luigi Ciotti, presidente di Libera, la giovane siciliana Rita Atria.

PROSSIME TAPPE – Il 26 luglio la troupe sarà a Milazzo per esprimere solidarietà e vicinanza ai testimoni di giustizia. Il 27 ad Isola Capo Rizzuto, per sostenere
gli amministratori locali minacciati dalla ‘ndrangheta alla quale si sono opposti con forza. Si concluderà il 28 a Castelvolturno, in provincia di Caserta, sui terreni confiscati alla camorra.

L’INIZIATIVA – Dal 4 al 10 luglio 2010 a Volvera, vicino Torino, si è tenuto il primo raduno nazionale dei giovani di Libera. Durante quei giorni i ragazzi, provenienti da tutta Italia e riuniti per ribadire il loro impegno per la legalità e i diritti contro ogni mafia ed oppressore, hanno deciso di dare vita ad una carovana che attraversasse l’Italia, con lo scopo di dimostrare vicinanza e solidarietà a chi sul territorio denuncia e lotta con continuità. «Ma la carovana di Libera è anche memoria – spiegano dall’associazione – per questo nel corso del tour si ricorderà la giovanissima Rita Atria, testimone di giustizia morta pochi giorni dopo la strage di Via D’Amelio,
in cui perse la vita Paolo Borsellino».

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto