AUDIO – In coma per un attacco epilettico, le precisazioni della LICE

  TERRACINA – La LICE – Lega Italiana Contro l’Epilessia, società medico-scientifica che si dedica alla cura, alla ricerca sull’epilessia e all’assistenza dei pazienti e del loro inserimento nella società, intende fare alcune precisazioni in riferimento alla notizia di un ragazzo in coma in seguito ad una crisi epilettica.

“Lo scorso 23 luglio – scrive in una nota la Lice –  è stata riportata da alcune fonti di informazione la notizia del terribile episodio accaduto al diciassettenne di Terracina, che durante una partita di calcio nell’oratorio San Domenico Savio, colto da una crisi epilettica è entrato in coma. Pur non entrando nel merito dell’episodio specifico, di cui sono disponibili poche informazioni, la LICE ritiene fondamentale ribadire che nella grande maggioranza dei casi le crisi epilettiche si risolvono spontaneamente, senza creare di per sé danni a chi ne soffre, e senza lasciare esiti permanenti; solo in particolari situazioni cliniche una crisi epilettica rappresenta un’emergenza medica. Inoltre, va rimarcato che grazie ai progressi della ricerca scientifica, attualmente è possibile controllare le crisi epilettiche con trattamenti farmacologici adeguati in oltre il settanta per cento dei pazienti”.

Per la LICE  l’allarmismo può creare pregiudizio sia nei pazienti sia in chi li assiste, “vanificando gli sforzi fatti fino ad oggi  per dissipare i pregiudizi sull’epilessia e per diffondere una corretta informazione su questa patologia”.

Ne abbiamo parlato con Ettore Beghi, presidente della società scientifica Lice

audiolice]

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto