Nexans, per D’Arco “Ora bisogna rimboccarsi le maniche”

 

Sciopero Nexans

 

LATINA – Comprendo il rammarico dei lavoratori e delle organizzazioni sindacali per la cessazione della produzione della Nexans, che ha sempre rappresentato un luogo sociale ideale di lavoro per il nostro territorio provinciale.

Ora però – afferma l’assessore D’Arco – dobbiamo prendere atto della situazione, abbandonare le nostalgie, rimboccarci le maniche e guardare avanti in maniera razionale e decisa.

Come provincia di Latina staremo al fianco dei lavoratori per costruire una nuova fase di sviluppo e di reindustrializzazione del sito, perché credo si possa ripartire da una situazione di maggiore serenità per assicurare il pieno rispetto degli accordi stipulati e per valutare con attenzione e senza pregiudizi le nuove proposte imprenditoriali avanzate.

L’intesa e la forte sinergia realizzata tra i sindacati e le istituzioni provinciali e regionali rappresenta un patrimonio valoriale e di esperienza fondamentale, da cui ripartire per impostare il nuovo percorso che inizierà dopo le ferie estive.

Nel frattempo, mi corre l’obbligo ringraziare i lavoratori e le loro organizzazioni sindacali di categoria per la battaglia impostata e condotta sempre con grande senso di responsabilità sociale e democratica.

Inoltre, devo dare atto del qualificato contributo offerto dai dirigenti del Ministero dello Sviluppo Economico e la grande generosità politica e istituzionale mostrata dall’antera giunta guidata da Renata Polverini, e in particolare dall’assessore al lavoro Mariella Zezza.

Non si tratta – prosegue D’arco – di festeggiare alcunché ma di sottolineare che dalla dura vertenza i lavoratori a tempo indeterminato hanno ottenuto il reddito pieno, la messa in mobilità degli interinali, un bonus a favore dei nuclei familiari e l’impegno della regione Lazio di avviare appositi corsi di riqualificazione professionale mirati alla piena occupazione attraverso la reindustrializzazione del sito produttivo.

Sono sicuro – conclude D’Arco – che l’esperienza maturata in questa vicenda, la responsabilità dei lavoratori e la sinergia istituzionale consolidata tra le istituzioni locali, provinciali e regionali, ci consentiranno di affrontare e vincere le nuove sfide. Non solo per la reindustrializzazione del sito ex Nexans ma anche per rilanciare su basi nuove e più durature lo sviluppo economico e l’occupazione qualificata in provincia di Latina.

 Riceviamo e pubblichiamo

dall’assessore Silvio D’Arco

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto