Piano sanità all’esame del consiglio provinciale

Il presidente della Provincia Armando Cusani

 

LATINA – Si è tenuto ieri mattina la seduta del consiglio provinciale. Argomento principale, la relazione conclusiva del Presidente Cusani in merito al Piano regionale in materia delle strutture sanitarie. Il consiglio presieduto dal sen. Michele Forte ha licenziato, in apertura di seduta i verbali della seduta precedente del 18 giugno 2010. Approvato, dopo la relazione dell’assessore all’urbanistica e pianificazione territoriale Fabio Martellucci, solo con i voti della maggioranza l’argomento riguardante la Legge Regionale 06-12-2004 n. 47 – Piano Regionale delle Attività Estrattive (PRAE), mentre i consiglieri d’opposizione hanno espresso il loro voto contrario.

Rinviati, invece, gli altri punti all’ordine del giorno, ovvero, l’esame delle interrogazioni; la discussione sulla centrale nucleare di Borgo Sabotino e la Legge Regionale n. 36/2001 – Sistema Produttivo Locale Agro – Industriale Pontino – Progetto “Sistema di Tracciabilità dei Prodotti” – Costituzione ATS.

Ma torniamo al punto clou del consiglio. Le conclusioni da parte del Presidente inerente per l’appunto, il Piano Regionale in materia di riorganizzazione delle strutture sanitarie. Il Presidente Cusani ha tenuto una lezione di politica sanitaria di alto livello. Attenta l’analisi e documentata sul sistema sanitario nazionale raffrontato con quello regionale e provinciale. Dal contesto storico e normativo al sistema di finanziamento e remunerazione nel SSN. Le percentuali dei posti letto per acuti pubblici, privati assimilati e privati accreditati. Il Presidente Cusani ha poi voluto raffrontare i dati della spesa sanitaria e delle varie patologie con le altre regioni. Modello di riferimento sanitario è il sistema adottato dalla Nuova Zelanda, quello secondo Cusani meglio coniuga il fattore economico e quello umano. “E’ un’operazione ragionieristica quella adottata fino a oggi dalla Regione Lazio – ha tenuto a ribadire Cusani- Come istituzione dobbiamo esprimere con chiarezza la nostra opinione perché abbia la forza di convincere.”

La seduta per l’approvazione del documento e degli altri punti all’ordine del giorno è stata aggiornata per lunedì 12 luglio in prima convocazione e se necessario a martedì 13 luglio, alle ore 9,30.

Riceviamo e pubblichiamo dal

Presidente Armando Cusani

 

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto