Pontimusica, sei ore di concerto all’Auditorium San Marco

  

Sarà una sfida all’ultima nota quella di domenica 4 luglio quando sul palco allestito presso l’oratorio salesiano San Marco di Latina 9 band emergenti della provincia di Latina si esibiranno in 6 ore di concerto.

Il Festival, che parte quest’anno con la prima edizione, si chiama “Pontimusica” ed è organizzato dall’associazione “Pontireti” con l’obiettivo di valorizzare e mettere in luce le grandi risorse dei giovani, veicolo di socializzazione ed integrazione sociale.

L’evento sarà quindi un momento di aggregazione giovanile in un contesto troppo spesso caratterizzato dall’assenza di spazi.

Si inizia alle ore 17.00 quando ogni gruppo proporrà quindici minuti di repertorio; alle 21.30, dopo una breve pausa, verranno decretati i nomi dei tre gruppi finalisti che si esibiranno durante la serata per contendersi il primo posto.

Due le giurie che voteranno le band: quella popolare, costituita dal pubblico presente alle esibizioni, e quella tecnica, composta da esperti nel settore (i docenti Lina Marrocco, Viara Nigro ed Enrico Barboni ed il musicista Pino Saracini, noto bassista di artisti come Tiziano Ferro, Eros Ramazzotti, Francesco Renga).

Il genere in cui le band si cimenteranno è il rock in tutte le varie sfumature (classico, metal, pop-rock…) ma ci sarà spazio anche per un drum circle, un coinvolgente intermezzo a ritmo di percussioni.

Durante il concerto nell’atrio dell’Oratorio saranno presenti stand di altre associazioni come testimonianza della fervida attività di volontariato presente nel territorio pontino. Non mancherà uno stand gastronomico gestito dai membri dell’associazione i cui proventi verranno devoluti ad una casa famiglia di Latina.

I nomi dei giovani gruppi che si esibiranno sono: The Chaucers, Hard Times, Estreme Shadow, Agrophobia, Electric Funeral, Maggot Priest, Alexandro & Band, Gree Fire, River Shape.

L’evento è presentato da Valentina Pacchiele. L’ingresso è libero.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto