Pony maltrattato, l’appello di un ascoltatore

 

Il pony

LATINA – Legato, sotto il sole, senza acqua e con le temperature a quaranta gradi: è la sorte di un pony, che si trova a Latina. Riportiamo qui l’ appello  lanciato da un ascoltatore perché qualcuno intervenga.

“Da diversi giorni – scrive Santo Peruzzi – un cavallo è costretto a stare sotto il solleone legato ad una corda di pochi metri. Non ha un riparo, è senza acqua e cibo. Ha mangiato tutta l’erba del prato dove si trova. Si tratta di un pony di cui non si conosce il proprietario. Il cavallino si trova in un campo adiacente via Sante Palumbo, zona campo boario a Latina. E’ ben visibile anche dalla strada.  L’altro pomeriggio il pony, assetato e affamato è riuscito ad oltrepassare la recinzione e ancora legato si è portato in strada. Qui è stato soccorso da persone che abitano e lavorano nelle vicinanze. Beve con avidità l’acqua che gli viene portata da passanti o vicini ed ha sempre molta fame. Finora inutili le numerose segnalazioni alle autorità competenti. Sono state, più volte interpellate tutte le autorità. Dai servizi tecnici ai corpi di polizia addetti. Tutti confermavano che si tratta di una situazione di grave maltrattamento di un animale, tale da giustificare il sequestro del pony e la denuncia del proprietario. Ma nessuno si è mosso e tutti dichiaravano che l’intervento non è di loro  competenza. Si rivolge nuovamente un appello agli organismi di competenza affinchè intervengano al più presto prima che il sole cocente, la sete e la fame uccida il povero animale. Si spera che dopo la pubblicazione sui giornale e sulle radiotv qualcuno intervenga in modo positivo e non solo per far spostare il cavallo in un’altro prato per subire lo stesso trattamento, magari lontano da occhi indiscreti. Mi sembra che il padrone abbia dimostrato a sufficienza di non aver la minima cura e attenzione.Spero che gli organismi preposti diano il segno di qualche efficienza anche per impedire che simili situazioni si ripetano”. 

3 Commenti

3 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto