Ponza, chiuse le prime spiagge. Vertice in Regione

La spiaggia di Chiaia di Luna a Ponza

PONZA – Le prime ordinanze di chiusura di spiagge e strade di Ponza ritenute a rischio emanate nei giorni scorsi sono state firmate. L’esito dell’istruttoria avviata nell’arcipelago all’indomani del crollo a Ventotene costato la vita a due studentesse romane è stato trasmesso dall’autorità di Bacino della Regione Lazio ai sindaci delle due maggiori isole pontine, ai quali si chiede di «valutare provvedimenti entro termini brevi». Tutte le aree indicate nella cartografia allegata all’esito dell’indagine vanno immediatamente interdette perché «ad alta pericolosità». L’incolumità pubblica stando a quanto indicato dai tecnici regionali nel rapporto, è a rischio sul 97% del territorio di Ponza e Ventotene. Sono già state chiuse le spiagge di Lucia Rosa, Chiaia di Luna, off limits da anni, e la spiaggia del Core nonché la strada di accesso alle piscine naturali.

Si terrà questa mattina, negli uffici della Regione Lazio, un vertice con la presidente Renata Polverini: all’ordine del giorno la situazione di emergenza delle isole pontine.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto