Sportello antiusura a Cisterna

Cisterna

CISTERNA – Uno sportello per contrastare il fenomeno dell’usura e del racket sul territorio comunale. E’ operativo da ieri, lunedì 5 luglio, su iniziativa dei Servizi Sociali, lo sportello antiusura denominato “Sportelli Provinciali S.O.S. sovra indebitamento: un’amica di nome Wanda”. Il servizio mette a disposizione degli utenti tutte le iniziative di lotta all’usura e al sovraindebitamento promosse dalla Fondazione Wanda Vecchi Onlus. Ha il compito di raccogliere le istanze dei cittadini e di fornire informazioni, svolgere attività di guida degli utenti e di monitoraggio. E’ inoltre previsto l’intervento di aiuto e sostegno attraverso il fondo antiusura istituito ai sensi della L.108/96 e L.R. 23/01. Lo sportello si trova in Corso della Repubblica 186, al primo piano dell’ex Palazzo Comunale presso i locali adibiti a servizio di Segretariato Sociale, ed è aperto al pubblico il lunedì e il mercoledì con orario continuato dalle ore 15 alle ore 19. Contemporaneamente è stato avviato anche uno sportello di ascolto antiusura con consulenza ed assistenza alle persone vittime o a rischio di usura, gestito dall’associazione A.I.R.P. in accordo con l’assessorato alle Politiche Sociali. Operatori qualificati presteranno ascolto alle persone che si recheranno allo sportello nel tentativo di aiutarle a risolvere le loro problematiche. Anche lo sportello di ascolto antiusura è sito presso i locali del Segretariato Sociale dell’ex Palazzo Comunale ed è aperto al pubblico il giovedì ed il sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.00, tel. 06.96834315. “L’intento – ha spiegato il Sindaco Antonello Merolla – è quello di creare un centro che funga da riferimento territoriale per sostenere la legalità e, al contempo, offrire un aiuto concreto alle persone e alle imprese in difficoltà escluse dai canali tradizionali di accesso al credito. Il nostro obiettivo è quello di alimentare la cultura della legalità che si contrapponga ad un fenomeno che, seppur poco denunciato come reato, ha una sua diffusione sul territorio nazionale e, purtroppo, anche locale”.

 

 

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto