Sul palco del Festival Pontino di Musica giovani artisti dal mondo

LENOLA – Ancora giovani talenti ospiti e protagonisti del 46° Festival Pontino di Musica. Per il suo penultimo appuntamento la manifestazione sbarca  in piazza Duomo a Lenola: questa sera, a partire dalle 21.30, sul palco saranno alcuni dei migliori studenti dei Corsi di Perfezionamento Strumentale e Interpretazione Musicale svoltisi quest’anno presso il Castello Caetani di Sermoneta, sotto la direzione artistica di Franco Petracchi. Tre i giovani in concerto: Diego Massimini e Gianluca Stupia, provenienti dal corso di violino di Mariana Sirbu, e il violoncellista Gianluca Pirisi, ventun’anni di Terni,  tra gli allievi più brillanti della classe del maestro Rocco Filippini.

IL CONCERTO – Ad aprire sarà il violinista Diego Massimini che eseguirà il Preludio dalla Partita n. 3 in mi magg. BWV 1006 per violino solo e a seguire tre capricci di Paganini, il n. 13, 9. 16, entrambi di Bach. Ancora Bach con l’altro violinista, Gianluca Stupia, che interpreta la Fuga dalla Sonata n. 2 in la min. per violino solo BWV 1003. Il violoncellista Pirisi si cimenterà invece nella Terza Suite per violoncello solo, sempre di Bach, e nella Suite per violoncello solo dello spagnolo Gaspar Cassadó.

LA FORMAZIONE – Ai Corsi, che il Campus Internazionale di Musica organizza dal 1975, hanno partecipato quest’anno 100 allievi di ben 24 nazionalità diversità. Oltre al perfezionamento, ai giovani studenti viene data possibilità di esibirsi con i loro docenti  nei concerti di musica da camera in calendario del Festival Pontino e di partecipare ai concerti-serenata che si tengono a Sermoneta e in altre città del comprensorio pontino. Le formazioni protagoniste di questi concerti sono costituite da giovani provenienti da ogni parte del mondo per i quali gli incontri sono occasione utile ad avviare nuove collaborazioni e sodalizi.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto