Anziani, attenti alle truffe estive. L’Adoc mette in guardia chi resta solo.

Shares

LATINA -Anziani, attenti alle truffe. La raccomandazione arriva dall’ADOC, Associazione per la Difesa e l’Orientamento dei Consumatori della UIL, che invita a a rifiutare  le “offerte”  di falsi tecnici che bussano alla porta.

LE ISTRUZIONI – “Il truffatore – spiegano dall’Adoc –  per farsi aprire ed introdursi in casa, può presentarsi in diversi modi. Spesso è una persona distinta, elegante e gentile. Dice di essere un funzionario delle poste, di un ente di beneficienza, dell’INPS, o un addetto di società di servizi come luce, acqua, ma soprattutto gas. Sulla scia della liberalizzazione del mercato energetico, spesso si presentano nelle case degli operatori che offrono contratti di vendita di fornitura d’energia a prezzi molto bassi. Successivamente fanno firmare diversi fogli, spacciandoli per il contratto, ma, solo in seguito, le vittime si accorgono di aver sottoscritto non solo un contratto di fornitura di gas a prezzi elevati, ma anche un contratto telefonico con un nuovo operatore, di cui non si era mai parlato al momento della sottoscrizione. In sostanza è quello che a Napoli chiamano “pacco, doppio pacco e controppaccotto”.

Carlo Pezzoli, presidente dell’ADOC, dichiara: “ E’ necessario prestare estrema attenzione anche quando si apre la propria casella di posta elettronica o si risponde al telefono, nello stipulare nuove polizze assicurative e, soprattutto, nelle vendite porta a porta. Occorre informare e sensibilizzare i cittadini su tutto quanto avviene in questo campo per una prevenzione e una salvaguardia rispetto ai raggiri in agguato”.
 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto