Caso Saviano, inchiesta della Procura. Il Pg D’Elia: “Verifiche in corso”

La Procura di Latina

Roberto Saviano

LATINA – La Procura della Repubblica di Latina ha aperto un’inchiesta sulle presunte minacce subite dallo scrittore Roberto Saviano a Sabaudia dopo il ritrovamento di venti cornacchie congelate sulla spiaggia nei pressi del luogo in cui lo scrittore era ospite.

“Sono in corso le verifiche del caso – ha dichiarato il Procuratore capo di Latina, Nunzia D’Elia – certamente non si è trattato di una morte di animali casuale: o è uno scherzo o un avvertimento, e la presenza di Saviano fa pensare a Saviano, appunto”. Il procuratore di Latina ha parlato anche di un “collegamento temporale e logistico” sul quale sono in corso verifiche.

Sull’episodio è intervenuta ieri anche l’associaizone Libera. Per il referente di Latina dell’Associazione Antimafia, Antimo Turri, Saviano è “assai scomodo perché raccontando rischia di far cadere il velo da quel terzo livello di professionisti e politici compiacenti, i quali consentono alle mafie il sacco delle nostre terre”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto