Audio – La lotta dei precari della scuola. Nelle piazze con gli studenti il prossimo 8 ottobre

LATINA – Precari e studenti in piazza, proteste e scioperi a intermittenza, il fronte sindacale che rivendica tutela occupazionale e qualità formativa. E’ l’autunno caldo della scuola: annunciato alla vigilia dell’avvio delle lezioni, è partito anche a Latina con docenti e ausiliari riuniti in assemblea presso l’istituto Marconi lo scorso 28 settembre, nella giornata di mobilitazione nazionale indetta dalla Gilda Insegnanti. Scatteranno nel mese di ottobre nuove iniziative di protesta che vedranno manifestare i rappresentanti del settore contro i tagli all’istruzione operati dalla manovra finanziaria. La prima, organizzata dalle associazioni studentesche a livello regionale, è in programma per il prossimo 8 ottobre: i dimostranti occuperanno le piazze per dire no alla riforma Gelmini e al precariato. Alla protesta aderirà anche il Cps di Latina (Coordinamento dei precari della scuola). Il comitato, nato sul territorio provinciale di recente, ha partecipato all’assemblea nazionale svoltasi a Roma il 26 settembre scorso, cui hanno preso parte tutte le componenti della scuola finora mobilitatesi e gruppi di precari dei Cps di tutt’Italia. E’ una vera e propria piattaforma di lotta quella decisa di concerto con le diverse delegazioni intervenute all’incontro capitolino, una lotta che i rappresentanti del coordinamento locale vogliono sia comune: «Chiederemo per questo un tavolo di confronto con i sindacati» anticipa Romolo Calcagno, del Cps di Latina.

APPUNTAMENTO AL GALILEI – Delle iniziative concordate nell’assemblea del 26 e delle modalità di partecipazione alle stesse i rappresentanti del Cps locale discuteranno in un incontro aperto ai precari della provincia e fissato per domani 30 settembre: all’istituto Galilei di via Don Torello, a partire dalle 15.30. Non è escluso che per lo sciopero del prossimo 8 ottobre sarà organizzato un presidio anche nel capoluogo pontino.

ASCOLTA L’INTERVISTA A ROMOLO CALCAGNO, DEL COORDINAMENTO PRECARI DI LATINA:

audioRomolo Calcagno]

Il coordinamento precari ribadisce le rivendicazioni avanzate all’avvio dell’anno scolastico: la cancellazione dei tagli previsti dalla legge 133 del 2008, modalità di reclutamento del personale scolastico diverse, il contrasto ai fondi alle scuole private. «L’amarezza grande – sottolinea Calcagno – è vedere come al taglio operato alla scuola pubblica corrisponda un aumento esponenziale dei finanziamenti destinati alle private e paritarie».

ASCOLTA:

audioRomolo Calcagno ]

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto