AUDIO – L’onorevole Sciscione scende in piazza contro il sindaco Nardi

L'on. Sciscione ha dichiarato guerra al sindaco della sua città, Nardi

TERRACINA – E’ guerra sui numeri dopo la manifestazione promossa dall’onorevole Gianfranco Scicione contro l’amministrazione del sindaco di Terracina Stefano Nardi. All’appuntamento ieri sera alle 19 in Piazza Garibaldi ha visto unaa partecipazione sotto le aspettative. Cinquecento, ma qualcuno dice trecento persone, hanno sfilato nelle vie di Terracina  per protestare. Troppo pPoche per rappresentare un’intera città.  

Alla base della protesta, dice l’imprenditore di Terracina Sciscione, la mala amministrazione.

ASCOLTA L’INTERVISTA

audiosciscione]

Nell’intervista l’onorevole parla anche del porto, argomento che sarà al centro di un dibattito con il consigliere regionale e Presidente della Commissione Mobilità – Porti e Aeroporti, l’on. Giovanni Di Giorgi. “Le operazioni preliminari procedono come da programma stilato dai tecnici della Regione. Prima di affidare i lavori alla ditta indicata occorre conoscere in maniera approfondita lo stato delle cose, capire cioè le condizioni della superficie e del fondale. Per questo – affermano Di Giorgi e Sciscione – la settimana prossima esperti sommozzatori effettueranno una ricognizione del fondale, a cui seguiranno delle verifiche di superficie. Saranno inoltre prelevati dei campioni di materiale di acqua ed inviati ad appositi laboratori per effettuare una analisi geologica completa. I risultati si potranno avere entro quattro settimane (circa venti giorni lavorativi) e verranno poi consegnati alla struttura regionale competente. Solo a quel punto, se non ci saranno particolari problemi o ritardi, saranno assegnati i lavori alla ditta in grado di effettuarli. Non ci dovrebbero essere ostacoli di sorta ma prima di pronunciarsi occorre attendere i risultati definitivi. Per questo ringrazio i tecnici e gli uffici della Regione che si stanno adoperando per realizzare al meglio questo complesso intervento”.

Di Giorgi, nella sua qualità di presidente della competente commissione e Gianfranco Sciscione, stanno seguendo con attenzione l’attività, partecipando a diverse riunioni con i rappresentanti dei soggetti interessati agli interventi nel porto di Terracina.

“Seguiamo con particolare attenzione le fasi di questo interevento. Appena ci siamo insediati in Regione abbiamo voluto affrontare con decisione il problema relativo alla messa in sicurezza e totale navigabilità del porto di Terracina. Si tratta di un’opera importante perché è nostra intenzione fornire risposte concerete e definitive ai tanti operatori terracinesi che hanno il pieno diritto di essere posti nelle condizioni migliori per lavorare. Il nostro riferimento non è soltanto alle condizioni di sicurezza – continuano il presidente Di Giorgi e il consigliere Sciscione – ma alla necessità di fornire agli operatori strutture adeguate, capaci di incentivare gli investimenti e aumentare la competitività degli operatori stessi. Per questo seguiremo con attenzione l’iter dei lavori, rendendo partecipi tutti i soggetti interessati. In questo particolare momento di difficoltà economica in cui anche le aziende pontine che operano nel settore della pesca e nelle attività commerciali legate alla portualità sono alle prese con condizioni critiche e costrette a fare i conti con problematiche economico-finanziarie di vasta portata, che ne mettono a dura prova la stessa esistenza, il dovere e l’impegno delle istituzioni deve essere ancor più quello di garantire alle stesse aziende le migliori condizioni per operare”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto