Incendio a Punta Cetarola, bruciati duecento ettari. Intossicati tra i residenti, evacuato l’Hotel Torre Capovento.

L'Hotel Torrecapovento evacuato

SPERLONGA – E’ stato alla fine domato l’incendio che ha provocato paura e danni a Punta Cetarola a Sperlonga. Le fiamme si sono alzate nella notte causando  l’intossicazione di numerose persone. I vigili del Fuoco sono stati costretti ad evacuare alcune abitazioni lambite dalle fiamme. A a scopo precauzionale è stato sgomberato anche  l’Hotel Torre Capovento posto all’altezza del mare, sotto la via Flacca. Gli evacauati  e hanno trascorso il resto della notte nella piazza centrale di Sperlonga.

Le fiamme, he hanno interessato un’area di circa 200 ettari, sembrano essere sotto controllo, ma l’allarme non cessa per la presenza di alcuni focolai. Le oprazioni si spegnimento coordinate da Angelo pacicco hanno impegnato 25 vigili del fuoco intrevenuti dalla sede centrale di Latina e dal distaccamento di Gaeta  con dieci mezzi. All’opera dalle prime luci del giorno anche due canadair e due elicotteri.

Nel corso delle operazioni di spegnimento effettuate con i mezzi aerei, paura per un canadair della protezione civile che ha tranciato i cavi dell’alta tensione. Non ci sono state conseguenze gravi, il mezzo è rientrato all’aeroporto di Latina.

Sul posto sono intrevenuti con i vigili del Fuoco, il Copro Forestale dello Stato, Carabinieri, Polizia e 118 oltre ad alcuni volontari.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto