Aracri censura i consiglieri dimissionari. Critiche opposte da Fazzone e Galetto

LATINA – Una censura ai dimissionari che hanno fatto cadere la giunta Zaccheo, ma nessuno veto per la candidatura alle prossime amministrative. E’ stato il succo del discorso pronunciato ieri nel direttivo provicniale del Pdl dal commissario Francesco Aracri. Un documento letto in presenza dei vertici del partito e non apprezzato dal coordinatore provinciale Claudio Fazzone, il quale  ha sottolineato la legittimità del comportamento dei gli ex azzurri che hanno deciso di far cadere la giunta del capoluogo, perché non condividevano l’oeprato del sindaco.

Per il cosnigliere regionale Stefano Galetto, tra i più vicini a Zaccheo, invece, Aracri è stato troppo morbido, avrebbe dovuto vietare la candidatura agli ex Fi che hanno interrotto bruscamente la legislatura.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto