Audio – Scuola, i precari pontini: “Assemblee negli istituti e il 30 ottobre corteo a Napoli”

Il corteo della scuola pontina nel “No Gelmini day” dello scorso 8 ottore

LATINA – Non si spegne la protesta dei precari della scuola. Dopo il “No Gelmini Day” andato in scena lo scorso 8 ottobre a Latina e in oltre 80 piazze italiane, a cui hanno aderito circa mille tra studenti e insegnanti pontini, il Coordinamento dei Precari del capoluogo si prepara alla prossima tappa del suo percorso rivendicativo. Come annunciato all’avvio dell’anno scolastico, è una vera e propria piattaforma di lotta quella approntata in sinergia con i colleghi dei Comitati Precari di tutt’Italia. La mobilitazione nazionale dell’8 ottobre ha solo inaugurato una scia di iniziative che vedranno i rappresentanti del settore opporsi alla politica di tagli portata avanti dal ministero dell’Istruzione e dal Governo.

IN CORTEO A NAPOLI – L’appuntamento più vicino nel calendario della protesta è quello del 30 ottobre. Per quella data, come stabilito nel corso dell’Assemblea nazionale della scuola svoltasi a Roma il 26 settembre, i docenti precari del Paese convergeranno tutti a Napoli. Contro la contrazione degli organici e il blocco del turnover, per dire no ai tagli di risorse alle scuole statali e all’aumento dei fondi agli istituti privati, in difesa dell’occupazione e del diritto a una didattica efficace e all’istruzione per tutti: queste le ragioni per cui i docenti del Cps locale parteciperanno allo sciopero partenopeo, le stesse per cui hanno manifestato in piazza del Popolo a Latina nella giornata di mobilitazione nazionale targata Unione degli studenti. Dei pullman partiranno dal capoluogo per approdare a Napoli: l’appuntamento con i colleghi, docenti precari provenienti da tutt’Italia, è di fronte la stazione centrale, alle 14.30.

L'istituto tecnico Galilei di Latina

ASSEMBLEA AL GALILEI – I docenti del Coordinamento Precari Scuola di Latina si incontreranno oggi pomeriggio, alle 16.30, presso l’istituto Galilei di via Ponchielli, per raccogliere le adesioni alla manifestazione partenopea e definire tempi e dettagli dell’appuntamento del 30. Un’assemblea che sarà anche occasione per fare il punto sulle azioni che il Comitato intende mettere in campo nei prossimi mesi. «Vogliamo coinvolgere studenti e genitori – anticipa Romolo Calcagno, del Cps locale – faremo per questo assemblee in tutte le scuole, che apriranno le loro aule alle famiglie nel pomeriggio, e dopo Natale una grande Festa della didattica».

ASCOLTA L’INTERVISTA A ROMOLO CALCAGNO:

audioRomolo Calcagno]

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto