Pennacchi e Sparagna a Cisterna per la Settimana della Musica Popolare

Shares

CISTERNA – Via alla seconda settimana della Cultura Popolare di Cisterna di Latina.

Da domani a domenica l’arte, la cultura e le tradizioni saranno protagoniste di una serie di eventi che coinvolgerà le scuole della cittadina, il Palazzo Caetani, il Palazzo Comunale, il Teatro Tres Tabernae e Piazza XIX Marzo. Tema degli appuntamenti la bonifica.

PROGRAMMA – Con il patrocinio della Regione Lazio e della Provincia di Latina, la Settimana della Cultura Popolare proporrà, all’interno del Palazzo Caetani la mostra documentale “Tra fango e zanzare”, a cura del Consorzio di Bonifica dell’Agro Pontino e una lezione di storia a cura delle scuole medie Plinio e Volpi dal titolo “La bonifica in archivio”. Mercoledì alle 10,30, presso il Palazzo Comunale si terranno la presentazione del libro “La ragazza della palude” di Massimo Santini, un laboratorio artigianale e rievocazioni delle tradizioni agricole con l’Istituto Leone Caetani, lo spettacolo teatrale “Sò vinto” a cura della scuola elementare Dante Monda. Sabato alle 10,30 l’appuntamento è al Teatro Tres Tabernae con “I canti della bonifica” a cura dell’Orchestrina e Coro della scuola Giovanni Cena.

Sabato e domenica si terranno visite guidate gratuite al complesso monumentale di Palazzo Caetani, all’interno del quale il Gruppo artistico “La Mimosa” proporrà una mostra pittorica e plastica oltre che attività di arte multimediale.

Un importante convegno dal titolo “Bonifica e società” si svolgerà sabato pomeriggio a partire dalle 18 presso il Palazzo comunale, con relatore e coordinatore lo storico e giornalista Pier Giacomo Sottoriva.

Grande attesa per la presentazione del libro vincitore del Premio Strega 2010, “Canale Mussolini”: si terrà giovedì alle18,30 nel Palazzo Comunale. Interverranno l’autore Antonio Pennacchi, la giornalista Barbara Palombelli, il direttore dell’Archivio Centrale dello Stato Agostino Attanasio.

Venerdì sera, a partire dalle ore 21, in Piazza XIX Marzo sarà festa grande con il primo progetto speciale dell’Orchestra Popolare Italiana, orchestra stabile diretta da Ambrogio Sparagna, caratterizzata al suo interno dalla presenza di strumenti musicali tipici della tradizione popolare italiana.

«Continua l’attività di ricerca e promozione della cultura tradizionale locale – affermano il sindaco di Cisterna Antonello Merolla e l’assessore alla Cultura Adolfo Marini – abbiamo iniziato questo percorso lo scorso anno, proseguiamo in questa seconda edizione con l’epopea della bonifica, prestando sempre attenzione alle forme di intrattenimento tipiche del folklore pontino e laziale. Tutto ciò nella convinzione che la civiltà di un popolo si riconosca anche dalla cura con cui custodisce il proprio passato, quale fondamento per la costruzione del futuro».

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto