Consiglio comunale a Fondi: sì al riequilibrio di bilancio e no all’accorpamento delle scuole

Il centro storico di Fondi

FONDI – Una mozione straordinaria presentata dal capogruppo del PDL Marco Carnevale per rivolgere un accorato appello affinché sia scongiurata definitivamente e non sia mai portata ad esecuzione la condanna a morte decisa dalle autorità iraniane per Sakineh Mohammadi Ashtani, ha apero il consiglio comuanle di Fondi. “La mozione impegna il Sindaco a farsi portavoce di tutta la comunità fondana nell’esprimere l’auspicio che la condanna a morte di Sakineh sia riesaminata e revocata, alla luce del superiore principio dell’inviolabilità del diritto alla vita”, si legge in una nora dell’Amministrazione

Dopo l’intervento dell’Assessore al Bilancio Vincenzo Capasso, è stato votato il riequilibrio di Bilancio per l’esercizio finanziario 2010, un adempimento tecnico che conferma la regolarità di attuazione del Bilancio per l’anno in corso – predisposto dal Commissario Nardone – ed ha rappresentato l’occasione per verificare lo stato di attuazione del programma amministrativo.

In conclusione dei lavori il Consiglio si è espresso a favore di una proposta, già deliberata dalla Giunta e dalla competente Commissione, per confermare l’autonomia degli Istituti scolastici provinciali rispetto ad una proposta del Provveditorato di accorpamento degli stessi nell’ottica della razionalizzazione

La presidente del Consiglio Maria Gina Marino ha poi ricordato la figura del Sindaco di Pollica Salvatore Vassallo, assassinato dalla malavita – ai cui funerali hanno partecipato il Sindaco di Fondi Salvatore De Meo ed alcuni consiglieri comunali di maggioranza e di minoranza – e del Capitano Alessandro Romani, morto in Afghanistan nell’adempimento del suo dovere. Ad essi l’assemblea ha dedicato un minuto di silenzio in segno di raccoglimento.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto