Patto tra sindaci per lo sviluppo del borgo di Doganella

CISTERNA – Un patto tra Sindaci per lo sviluppo del borgo rurale di Doganella di Ninfa per metà nel territorio di Cisterna e per il restante in quello di Sermoneta. Doganella è uno tra i primi borghi nati con la bonifica pontina nel lontano 1928. Le sue origini sono riconducibili a preesistenze romane antiche e medievali che ne hanno sempre caratterizzato l’importanza in quanto centro vitale nel territorio tra i Monti Lepini, i Castelli Romani e la Pianura Pontina. La particolare situazione amministrativa del territorio di Doganella, impone che ci sia un accordo tra i due comuni in cui ricade per favorirne uno sviluppo omogeneo atto a migliorarne la vita stessa della comunità che abita il borgo. Per questo i comuni di Cisterna e di Sermoneta, per tramite dei rispettivi sindaci Antonello Merolla e Giuseppina Giovannoli, hanno sottoscritto un accordo di programma con il Comitato di Borgo “Doganella di Ninfa”, presieduto da Claudio Barteni, fissando come obiettivi comuni la pianificazione del territorio, i servizi primari e opere pubbliche, lo sviluppo socio-culturale, lo sviluppo economico. In particolare il Sindaco di Cisterna si impegna a seguire la pratica del PPE (Piano Particolareggiato Esecutivo) di Doganella di Ninfa che, già approvato in Consiglio Comunale, attende l’approvazione finale dalla Direzione Territorio e Urbanistica della Regione Lazio. In riferimento ai vincoli esistenti (fosso Teppia), il Comune dichiara di aver rimodulato i confini del PPE adeguandoli alle leggi regionali in materia.  Il Sindaco, inoltre, si impegna ad ufficializzare l’attuale gemellaggio tra Doganella di Ninfa ed Algueña così come già fatto dal Comune di Sermoneta.
Di contro il Sindaco di Sermoneta dichiara che il completamento della nuova scuola elementare è previsto entro la fine dell’anno scolastico 2010/2011.  Una volta realizzata, si impegna a concordarne gli indirizzi scolastici con il Comitato di Borgo e il Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo di Sermoneta.  Il Sindaco garantisce la totale messa in sicurezza di Via Pompa a Vento, tenendo in considerazione la traversa di Via Vaccareccia, che risulta ancora ad oggi brecciata. Si impegna altresì, a seguire la pratica del piano di recupero e dello sviluppo residenziale del nucleo storico di Doganella e al recupero del sito dismesso della ex WOOL. Confermata dalle due amministrazioni la volontà di mantenere gli impegni presi negli anni precedenti con la Parrocchia di Doganella ed inoltre i sindaci si impegnano a far si che i servizi sociali delle due amministrazioni si incontrino per rivedere l’attuale statuto del Centro Sociale per Anziani adeguandolo alle esigenze della comunità e di versare un contributo economico entro la fine di ogni anno a seguito del rendiconto delle iniziative svolte dal Centro.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto