Audio – Infrastrutture, Galetto: “L’ok del Cipe è una vittoria per la provincia di Latina”

Da sinistra, Gianni Chiarato, Stefano Galetto e Giancarlo Palmieri

LATINA – «Il via libera alla ristrutturazione della rete autostradale del Lazio segna una svolta storica per la provincia di Latina e un passo avanti enorme verso la realizzazione di una tra le opere più importanti, da cinquant’anni a questa parte, per lo sviluppo economico del nostro territorio». Così il consigliere regionale Stefano Galetto dopo l’approvazione da parte del Cipe del progetto per la costruzione del corridoio intermodale Roma-Latina. Il consigliere alla Pisana del Pdl, affiancato dal politico Giancarlo Palmieri e dall’ex Presidente commissione lavori pubblici del Comune di Latina Gianni Chiarato, ha voluto incontrare questa mattina la stampa per esprimere tutta la sua soddisfazione in merito a un progetto che rappresenta a suo dire «una vittoria tanto per la Regione quanto per l’amministrazione comunale del capoluogo. L’autostrada Roma-Latina, per cui il Cipe ha sbloccato 468 milioni di euro, avrà la priorità – ha spiegato Galetto – ma l’opera prevede, oltre alla realizzazione della bretella Cisterna-Valmontone con i fondi Fesr (Fondi Europei per lo Sviluppo Regionale), interventi infrastrutturali importanti per il territorio e la città di Latina: la realizzazione della tangenziale est che da Borgo Piave arriva al Piccarello, il miglioramento della viabilità da Borgo Piave a Foce Verde e ancora l’adeguamento degli ingressi alla città del Piccarello e di Borgo Piave».

TEMPI – Più cauto è parso il consigliere sulla tempistica dell’opera, dicendosi comunque ottimista: «Gli atti per il bando di gara sono pronti – ha dichiarato – e potrebbero essere approvati entro la fine dell’anno. I lavori dovrebbero iniziare per il 2012 e concludersi in otto anni.» La stazione appaltatrice sarà la società Autostrade del Lazio.

Il consigliere regionale Stefano Galetto

ASCOLTA L’INTERVISTA A STEFANO GALETTO:

audioGaletto]

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto