L’ex a capo della Mobile di Latina Andrea Curtale arresta il boss Iovine

NAPOLI – Il colpo al cuore della camorra con l’arresto di Antonio Iovine, tocca anche la provincia di Latina, non solo per gli interessi che il clan nutriva per il territtorio pontino, ma anche perchè all’arresto ha contribuito il lavoro investigativo svolto dal vicequestore aggiunto, Andrea Curtale, ex capo della Mobile di Latina e originario di Anzio.

Il boss della camorra e capo storico del clan dei Casalesi Antonio Iovine e’ stato arrestato oggi dalla Polizia. Iovine era latitante da oltre 14 anni.
Antonio Iovine, capo del clan dei Casalesi era nella lista del Viminale dei 30 latitanti più pericolosi, assieme – tra gli altri – a Matteo Messina Denaro, numero uno di Cosa Nostra; Michele Zagaria, dei Casalesi; gli ‘ndranghetisti Sebastiano Pelle e Domenico Condello; il bandito Attilio Cubeddu, coinvolto nel sequestro Soffiantini e fuggito nel 1997 dal carcere dove era detenuto.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto