Nelle carceri del Lazio il numero dei detenuti continua a crescere: a Latina sono 157

L'ingresso del carcere

LATINA – Continua a crescere, in maniera inarrestabile il numero dei detenuti nelle carceri del Lazio. Il 24 novembre, per la prima volta in assoluto, è stata sfondata anche quota 6.400 presenze, con 6.434 reclusi ospitati nelle 14 carceri della Regione.
I dati sono stati diffusi dal Garante dei diritti dei detenuti del Lazio Angiolo Marroni secondo cui «il trend della regione riflette quello nazionale dove i detenuti sono 69 mila 313 e prima della fine dell’anno sfonderanno sicuramente quota 70 mila. Il dato che rende la situazione del Lazio particolarmente grave è un altro: secondo i calcoli nella regione la popolazione detenuta cresce, su base annua, a un ritmo quasi doppio rispetto alla media nazionale: 12% nel Lazio contro il 7% del resto d’Italia. Una situazione drammatica che – complici il freddo dell’inverno, il sovraffollamento e le precarie condizioni igieniche – potrebbe aggravarsi in maniera irreparabile già nelle prossime settimane».
Quasi la metà dei detenuti, 3.081 persone, è in attesa di giudizio definitivo (I° grado, appello, ricorrente). I condannati definitivi sono, invece, 3.336. I detenuti stranieri sono 2.533.
Nelle celle della regione sono reclusi 5.989 uomini e 445 donne. Una delle situazioni più critiche si conferma a Latina (dove i detenuti dovrebbero essere 86 e sono invece 157), e restano ancora senza soluzione i casi delle carceri di Rieti e di Velletri dove nuove strutture con oltre 300 posti pronte per essere utilizzate sono chiuse per carenza di agenti.

1 Commento

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto