Il sole dopo il maltempo. Emergenza notturna sulla 156

Ieri palle di neve in Piazza della Libertà

LATINA – La neve ha colto di sorpresa ieri pomeriggio Latina e la provincia comprese le isole pontine.  Manto bianco in pianura sulle spiagge nei centri collinari: la neve così non si vedeva dal 20 gennaio 1985. Alla sorpresa si è unito il disagio di dover gestire l’emergenza sulle strade. E di tanta neve, oggi, non resta nemmeno un fiocco.

I FIOCCHI – Un’abbondante quanto isolita nevicata, peraltro annunciata dalle previsioni meteo, ha imbiancato Latina. I primi fiocchi di neve sono comparsi intorno alle 14 di ieri pomeriggio e alle 15 avevano già ricoperto il capoluogo. La neve è caduta abbondante anche nelle zone di mare, da Terracina fino a Sperlonga, a Ponza. Tanti i disagi soprattutto alla circolazione con tamponamenti a catena in città, la Pontina a passo d’uomo per tutto il pomeriggio, e dalla serata fino a notte chiusa a causa della neve e del ghiaccio a tratti la 156 dei Monti Lepini, la situazione più critica tra Ceccano e Prossedi. Sulla statale si è formata una lunga coda di tir e auto in attesa dei mezzi spazzaneve e spargisale. A Lenola, nel sud pontino, si sono registrati due chilometri di coda che hanno richiesto l’intervento di diverse squadre di soccorso della protezione civile, e a Maenza, un pullman del Cotral è uscito fuori strada, a Cisterna alcuni studenti sono rimasti bloccati per l’impossibilità dello scuolabus di raggiungere la scuola.

LE STRADE – Numerosi sono stati gli incidenti stradali da nord a sud della provincia e le segnalazioni arrivate alla protezione civile e ai vigili del fuoco di Latina. In serata il più pericoloso: un autoarticolato è volato per ciqnue metri giù dal cavalcavia della Pontina all’altezza di Via Isonzo alle porte di Latina: la motrice si è completamente accartocciata sotto il peso del carico che ci è finito sopra. Tanto spavento per il conducente fortunatamente illleso I vigili del fuoco hanno lavorato fino alle 4 di stanotte sul posto.

PIOGGIA e VENTO – Nella notte la neve ha lasciato posto alla forte pioggia con un nubifragio che ha causato allagamenti soprattutto lungo la costa nella zona tra Terracina e Sabaudia Tanti gli alberi caduti per il forte vento che hanno costretto i vigili del fuoco ad effettuare interventi a ciclo continuato. Inqueste ore la situazione sta tornando alla normalità

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto