Acqua all’arsenico, via alla seconda fase del piano di azione

LATINA – Nuovi interventi mirati a contenere il fenomeno dell’arsenico nell’acqua sono stati messi in atto dal gestore idrico pontino. Sono già stati istallati due impianti di trattamento delle acque a servizio del Comune di Sermoneta e della frazione di Campoleone e nei prossimi giorni Acqualatina S.p.A. effettuerà i prelievi analitici sui nuovi impianti e ne renderà noti i risultati. Lo comunica il gestore, ricordando che la messa in opera degli impianti in questione dà il via alla seconda fase del piano di interventi finalizzato a ridurre entro la prossima estate i valori di arsenico nell’acqua al di sotto dei 10 μG/L imposti per legge nei comuni di Cori, Sermoneta, Cisterna di Latina e nella frazione di Campoleone. Il problema maggiore resta quello del quartiere San Valentino a Cisterna: entro la prima metà di marzo è prevista l’installazione di un impianto mobile a noleggio in attesa della messa in opera di un nuovo impianto di potabilizzazione dell’acqua della capacità di 90 l/sec, la cui installazione è prevista entro i primi sei mesi del 2011.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto