AUDIO – Gli artisti pontini per Marco Menichini. Un successo la serata al D’Annunzio

LATINA – E’ salito sul palco accompagnato da tanti artisti pontini, MARCO MENICHINI, il giovane talento soul di Latina in gara con il brano “TRA TEGOLE E CIELO” per un posto a “Sanremo Giovani 2011”. Al D’Annunzio di Latina una serata di musica e spettacolo, con Enzo Provenzano, Clemente Pernarella, Melania Maccaferri, Enrico Giaretta,  Marco Lo Russo, e il Rising Sound Gospel Choir. Com’è andata la serata e perché votare Marco, lo abbiamo chiesto al fisarmonicista Marco Lo Russo ASCOLTAaudioLo Russo-Menichini]

Ricordiamo che Marco Menichini sarà  protagonista della puntata del 23 gennaio di “Domenica In…Onda” su RaiUno dove si esibirà per raccogliere il maggior numero di televoti ed essere tra i primi sei finalisti e raggiungere quindi il palco dell’Ariston.

È possibile ascoltare il brano di Marco “Tra Tegole E Cielo” sul sito www.sanremo.rai.it e votarlo fino alle ore 23.59 di sabato 29 gennaio 2011 (sms al 47222 digitando il codice “6” oppure dal fisso 894.222) per farlo proseguire nel cammino che separa Marco dal suo sogno, il palco del Teatro Ariston di Sanremo.

BIOGRAFIA
Nasce a Sezze, provincia di Latina, il 19 gennaio 1990.

Con le sette note nel DNA, Marco si avvicina alla musica grazie alla passione del padre, e a soli dieci anni incide nello studio di registrazione di casa la cover “Fallin” di Alicia Keys.
Ma in quel periodo inizia anche la sua attività agonistica in uno sport duro e faticoso come il pattinaggio-corsa che ha praticato fino a poco tempo fa con predilezione nelle prove di fondo.

Più tardi si iscrive a una scuola di canto, ballo e recitazione scoprendo una forte attitudine ai musical: dai 16 ai 18 anni, sotto la guida di Etta Lomasto (sua insegnante di canto) si esibisce nella compagnia de l’Anfiteatro di Latina in quattro musical al Teatro D’Annunzio, interpretando i ruoli del “principe” ne “La bella e la bestia”, “Hair” (nella parte di Claude Bukowski) e come protagonista per due i musical successivi di “Hercules” e “Tarzan”.

Nel giugno 2008 Marco è semifinalista al Festival di Castrocaro Terme, raggiungendo in varie selezioni la 11a posizione su oltre 800 candidati.

A settembre 2008 inizia a studiare “interpretazione” sotto la guida di Marco D’Angelo presso la “Saint Louis College of Music” di Roma.

Nel 2009 inizia la “gavetta”; è chiamato come front-man del gruppo “Accadde Domani” con il quale (ancora oggi) si esibisce con un repertorio POP, SOUL, BLUES e R’n’B in vari locali della regione Lazio.

Nel 2010 viene invitato per due volte alla trasmissione televisiva  “Mezzogiorno in Famiglia” di RAIDUE, dove si esibisce per supportare il Comune di Sermoneta, interpretando (dal vivo  e con orchestra) “Ancora” (di Edoardo De Crescenzo) e poi “Cambiare” (di Alex Baroni), ottenendo un grande riscontro e apprezzamento.

In quelle occasioni incontra Maurizio Galli (che era nell’orchestra) e da quel periodo inizia con lui e con Marco D’Angelo una splendida collaborazione per la nascita di un possibile progetto discografico.

Sempre nel 2010 Marco partecipa e vince il “1° Festival della Musica e Solidarietà” di Latina, cosa che gli consentirà di esibirsi al Concerto del 1° Maggio in P.zza del Popolo a Latina e a seguire, in una serata di solidarietà al Teatro D’Annunzio con l’orchestra di Demo Morselli.

Durante il mese di Giugno, Maurizio Galli propone a Marco alcuni suoi inediti tra i quali “Tra tegole e cielo”, composta da Stefano Senesi e Andrea Perrozzi.

A metà Novembre Marco decide di proporre (come indipendente) questo brano per le selezioni del Festival di Sanremo 2011. Tra oltre 1.000 candidati, Marco viene scelto prima tra “i migliori 58” e poi, dopo l’audizione di fronte alla Commissione Artistica del Festival (presieduta da Gianni Morandi e Gianmarco Mazzi) nei “magnifici 9”, candidati al palco dell’Ariston di Sanremo.

Segue il pieno sostegno della Universal Music International, una delle più grandi major del mondo, con la quale potrebbe peraltro nascere un progetto discografico.

Il sogno di Marco, sempre più simile a una favola, continua…

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto