Maxi frode fiscale, nel mirino della Gdf anche un uomo di Formia

LATINA – Si è conclusa con l’accertamento di fatture fittizie per un ammontare complessivo di oltre 180 milioni di euro, 11 arresti e 29 denunce l’attività d’indagine del Nucleo di Polizia Tributaria della Gdf di Brescia, iniziata nel 2008, su una maxi frode fiscale nel settore del commercio dei rottami metallici. In particolare, 1 dei destinatari delle ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip di Brescia è di Formia. Sequestrati 130 unità immobiliari, 20 autoveicoli e 6 motocicli, per un valore complessivo di circa 10 milioni di euro. Al centro del sistema di frode 3 società ‘cartierè «costituite allo scopo di emettere fatture fittizie a copertura contabile di consistenti acquisti di rottame metallico effettuati in nero da società commerciali realmente operative».

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto