Zaccheo – Polverini, la perizia del Tribunale smentisce Striscia

LATINA – C’é esatta corrispondenza tra i sottotitoli del filmato mandato in onda da ‘Striscia la notizia’ il 14 e 15 aprile 2010 e il contenuto di una conversazione tra l’ex sindaco di Latina Vincenzo Zaccheo e il Governatore del Lazio Renata Polverini. Con una differenza: la frase pronunciata da Zaccheo è “Non ti dimenticare degli impegni” e non quella “Non ti dimenticare delle mie figlie”.

Sono queste le conclusioni delle indagini condotte dal Consulente tecnico d’ufficio, Francesco Uggeri, nominato dal giudice del Tribunale civile di Roma, Silvia Di Matteo, nell’ambito del procedimento nato proprio per la valutazione di quel filmato

“”Non ti dimenticare delle mie figlie!””, si leggeva infatti nei sottotitoli del servizio, che fece scalpore proprio per l’asserita raccomandazione dell’allora sindaco di Latina al neo Governatore della Regione Lazio, come rimarcato più volte dagli stessi conduttori nel corso della trasmissione televisiva. Quelle frasi furono ritenute “una raccomandazione” fatta dall’allora sindaco di Latina, e fornirono un  assist  ai consiglieri comunali azzurri (in coalizione  con  Zaccheo)  e all’opposizione, che sfiduciarono il primo cittadino dimettendosi in  22.

Dopo la messa in onda di quel filmato i legali della famiglia Zaccheo, gli avvocati Renato Clarizia e Valentina Zaccheo, chiesero al Tribunale civile della capitale un accertamento tecnico preventivo sia sul filmato originale, sia su quello montato e mandato in onda da Striscia la Notizia. Ora la perizia tecnica sgombra il campo da qualsiasi dubbio.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto