Scuola di Eccellenza, premiati gli 11 studenti vincitori del bando



Il Presidente della Provincia Cusani

CISTERNA – Si è svolta nella sede di Palazzo Caetani a Cisterna la premiazione degli undici studenti pontini che hanno vinto la borsa di studio per accedere alla Scuola di Eccellenza Tullio Levi Civita.

Alla premiazione hanno partecipato, tra gli altri, l’assessore provinciale alle Politiche della Scuola Giuseppe Schiboni, il sindaco di Cisterna, Antonello Merolla, il presidente della Fondazione, Mauro Carturan.

Gli studenti vincitori hanno risposto al bando emesso dalla Provincia di Latina nell’ambito dell’intervento denominato “Sostegno a studenti universitari di facoltà scientifico/tecnologiche ed economiche gestionali per la creazione di competenze di eccellenza nel territorio pontino” – Programma Operativo FSE Obiettivo 2 – Competitività Regionale e Occupazione Regione Lazio – PET (Piano Esecutivo Triennale) 2008/10.

I vincitori sono ragazzi che studiano ingegneria, matematica, biologia e medicina e provengono dall’Università di Roma “La Sapienza”, sede di Latina. Si tratta di Simone Severoni di Cori, Debora Manciocchi e Mario Frattarelli di Cisterna, Giuliana Restante di Sabaudia, Giada Trani di Fondi, Giovanna Marcelli di Colleferro, Emanuele Di Matteo, Salvatore De Angelis, Matteo Del Vecchio, Alessia De Angelis, Andrea De Cesaris di Latina.

La Scuola di Eccellenza Tullio Levi Civita avvierà gli studenti meritevoli a un percorso di didattica a livello superiore rispetto agli studi tradizionali, sul modello delle Grandes Écoles francesi.

“Il sostegno erogato dalla Provincia di Latina per favorire l’alta formazione, – afferma il presidente della Provincia Armando Cusani – consentirà ai “cervelli pontini” di partecipare alle attività della Scuola della Fondazione, consistenti in corsi di approfondimento delle discipline di base, corsi avanzati, tutorati, seminari didattici e scientifici.

La borsa di studio vale anche come “assegno di ricerca” che permetterà ai vincitori di condurre analisi innovative che favoriscano ricadute tecnologiche sul tessuto produttivo provinciale.

Il sostegno economico per la frequenza di attività integrative, rispetto al percorso universitario, ha durata triennale.

Al termine di ciascun anno accademico, la sussistenza del beneficio per l’anno successivo – conclude Cusani – dovrà essere confermata a fronte dei risultati di studio e gli obiettivi raggiunti coerentemente con il piano di lavoro presentato e sottoscritto dallo studente”.

«La giornata è stata la rappresentazione di una attività che dà lustro alla Provincia di Latina – ha detto l’Assessore alle Politiche della Scuola Giuseppe Schiboni al termine della manifestazione – ovvero quello della formazione e della creazione delle eccellenze per lo sviluppo di tutto il sistema scolastico della Provincia di Latina.

Il Settore delle Politiche del Lavoro e della Formazione sta conducendo un grande sforzo per coniugare sviluppo e conoscenza che sono i due grandi punti strategici del programma di Governo del presidente Cusani».

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto