VIDEO – CASAPOUND BOTTA E RISPOSTA
“L’assessore ci venga a trovare”
Interrogazione del Pd

LATINA – Botta e risposta tra l’assessore ai servizi sociali del Comune di Latina Patrizia Fanti e Casapound: “Con grande stupore e meraviglia abbiamo appreso dalla stampa le dichiarazione dell’assessore ai servizi sociali Patrizia Fanti in merito alla questione dei senzatetto inviati dal Comune a CasaPound – spiega Enzo Savaresi responsabile dell’occupazione- L’assessore Fanti parla di cose che non conosce assolutamente. CasaPound non è un’organizzazione partitica ma un’associazione di Promozione Sociale regolarmente costituita e riconosciuta. CasaPound non dipende da nessun partito se non dal sacrificio quotidiano dei sui giovani militanti che vedono la politica come un servizio per la propria gente. La Fanti si chiede come mai siamo ancora all’interno dell’edificio dell’ex Enel, domanda legittima e alla quale potrà ricevere risposta se solo avrà voglia di venirci a trovare e ascoltare le decine di persone che ospitiamo in questo momento. Il nostro interesse non è quello di creare sterili polemiche ma stimolare le istituzioni a farsi finalmente carico di un problema che da troppi anni è stato volutamente messo da parte. Ognuno di noi potrebbe ritrovarsi nella medesima situazione dei nostri inquilini.”

PD – E sul caso interviene anche il Pd che ha presentato un’interrogazione urgente per avere chiarimenti sulla definizione di provvedimenti amministrativi comprovanti l’affidamento a Casapound di soggetti in stato di disagio, alla esistenza di un albo comunale per le strutture ammesse all’affidamento, alle procedure ed ai metodi di indagine adottati per l’affidamento a tali strutture. Se le accuse di Casapound trovassero conferma – scrive il Pd – sarebbe un fatto grave sul quale l’amministrazione sarebbe chiamata a rispondere.

INTERVISTA – Casapound, con una nota, ha inviato anche il video in cui il senzatetto racconta la sua esperienza con l’associazione e con il Comune.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto