OMICIDIO ALLA EX VETRERIA
L’indagato davanti al Gip

LATINA – Il giudice Laura Matilde Campoli ha ascoltato questa mattina Mohamed Hamida, il tunisino di 28 anni arrestato con l’accusa di aver ucciso a coltellate all’interno della ex Vetreria Laziale in via Piave a Latina il connazionale Husemme Imbahrki, 23 anni. Il gip scioglierà la riserva nelle prossime ore.

Al termine dell’interrogatorio nel corsod el quale l’indagato si è difeso, il pm Giuseppe Miliano ha chiesto la convalida del fermo. Il difensore, l’avvocato Luigi Pescuma,  una misura meno afflittiva anche alla luce del racconto reso. Il presunto assassino ha raccontato di aver accoltellato il connazionale per difendersi, e che i soccorsi, chiamati da lui stesso, sono arrivati con grande ritardo. L’autopsia ieri aveva rilevato che il 23 enne è stato ucciso da un fendente al cuore. Il movente, per la squadra Mobile, un debito di droga

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto