SCANDOLARA
Da lunedì sit in davanti ai cancelli
Il 6 febbraio manifestazione ad Ascoli

Cisterna

CISTERNA – La Ugl chimici di Latina ha organizzato per il prossimo 6 febbraio uno sciopero di otto ore dei lavoratori del tubettificio Scandolara di Cisterna con una manifestazione ad Ascoli davanti ai cancelli della sede legale dell’azienda. Inoltre da lunedì prossimo i dipendenti saranno in sit – in davanti all’azienda pontina. A renderlo noto è il segretario provinciale della Ugl chimici Armando Valiani, che ha partecipato oggi all’assemblea dei lavoratori nel corso della quale “è stato deciso che, a partire dai primi di febbraio, saranno messe in atto una serie di manifestazioni di protesta, fra cui un pacchetto di 20 ore di sciopero da attuare in più tranche, per chiedere più responsabilità ai vertici aziendali e sensibilizzare le istituzioni sulle sorti dei 34 lavoratori dello stabilimento, a cui ieri è stata annunciata la chiusura dell’azienda e l’avvio della procedura di mobilità dopo 26 settimane di cigo a rotazione”.

“Ci teniamo a sottolineare – afferma Roberto Cecere, segretario della Femca Cisl – come questa vertenza non sarà certo una passeggiata per la Scandolara e per i suoi vertici societari. Sbaglia di grosso il dottor Amilcare Fabio Gussoni, Amministratore Delegato Scandolara e persona ben conosciuta nel  mondo arbitrale calcistico italiano, se pensa di poter chiudere lo stabilimento di  Cisterna e di licenziare tranquillamente 34 lavoratori, senza tener conto dei danni loro causati”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto