ARTIGIANI E IMPRESE
Il Pd presenta il pacchetto di misure anticrisi

LATINA – Si è tenuta l’iniziativa del P.D. di Latina per mettere a punto misure in sostegno del nostro sistema di artigiani ed imprese che rappresentano la spina dorsale della nostra comunità, un patrimonio di tutti da sostenere concretamente per dare opportunità di lavoro e di sviluppo. Sono intervenuti il resp. artigiani e piccola impresa P.D. Latina Gioacchino Quattrola, il Consigliere Regionale Claudio Moscardelli, i consiglieri comunali Cozzolino e Zuliani. Il P.D. comunale, presenti Enrico Forte, Maurizio Mansutti e Giorgio De Marchis, ha presentato una serie di proposte per sfidare la maggioranza a confrontarsi, oggi paralizzata sul piano dell’azione di governo in sostegno di artigiani ed imprese: è ingiustificato l’immobilismo di fronte alla grave crisi in atto.

1) Modernizzazione macchina amministrativa
– Attivazione Sportello Unico attività Produttive, rimasto fermo nonostante l’approvazione dell’o.d.g. del PD approvato a luglio scorso per il potenziamento entro dicembre 2011.
– Programma di investimenti per la digitalizzazione della macchina amministrativa:
elaborazione e riorganizzazione sulla base degli obiettivi di semplificazione, eliminazione del cartaceo con l’erogazione di servizi online, utilizzazione dei supporti informatici e della tecnologia a disposizione per una vera e propria piattaforma di informazioni per cittadini ed imprese.
– attivazione di programmi di copertura WI-Fi di luoghi pubblici come uffici pubblici, Biblioteca, università, parchi, litorale.
– risorse umane dedicate allo studio e alla conoscenza di finanziamenti regionali, nazionali ed europei a cui poter partecipare con progetti comunali;
– riqualificazione della spesa comunale per eliminare sprechi ed inefficienze.

2) Accesso al credito e sgravi fiscali

– Fondo straordinario per l’accesso al credito di artigiani e piccole e medie imprese:
sostegno ai CONFIDI con intervento pubblico per rafforzare la loro capacità di garanzia;
attivazione di forme di garanzia avanzata per favorire la ricapitalizzazione e la patrimonializzazione delle imprese;
accordi con istituti bancari per il microcredito;
partecipazione all’iniziativa della Camera di Commercio per il nuovo strumento di garanzia diretta che ha messo in campo;
Addizionale Comunale IRPEF passare da sistema proporzionale con aliquota unica a sistema progressivo con cinque aliquote che variano in relazione al reddito con soglia di esenzione che escluda redditi di impresa per artigiani, commercianti e piccola impresa;
IMU Aliquote basse per i fabbricati di imprese Categorie catastali C/1 “negozi e Botteghe”, categoria C/3 C/4 “Laboratori Artigiani” e D/1 D/10 Capannoni industriali, fatta eccezione per D/5 “Banche, istituti di cambio e assicurazioni” con maggiore tassazione
TIA . Rivedere l’assimilazione rifiuti delle attività produttive a quelli urbani con drastica riduzione della TIA per attività commerciali e produttive.

3) Area Artigianale cablata, promozione dei contratti di rete, sostegno alle esportazioni con accordo Camera di Commercio e associazioni di impresa per penetrare nei mercati come il mediterraneo, gli Stati Uniti e l’Asia.

4) Piano dell’energia del Comune di Latina finalizzato al risparmio energetico, all’utilizzo di tecnologia innovativa per l’efficienza energetica, sviluppo del fotovoltaico aereo e di altre fonti di energia rinnovabile. Sviluppo della mobilità sostenibile.

5) Adozione dei piani di zona e individuazione delle aree E.R.P. nelle aree a standard oltre i minimi e non utilizzate per lo sviluppo di quartieri green secondo le nuove norme sulla bioedilizia

6) Programma piccole opere pubbliche per la vivibilità dei quartieri: per superare l’ostacolo del patto di stabilità prevedere piccole opere pubbliche da progettare, realizzare e pagare nell’anno.

7) Polo di ricerca, innovazione e sviluppo in collaborazione con Regione ed Università

8) Programma di valorizzazione siti culturali, ambientali ed archeologici da gestire attraverso bandi per imprese sociali. Investimenti settore Cultura e progetto di turismo integrato

9) Programma valorizzazione prodotti agricoli del territorio con aree per vendita a km zero dei prodotti tipici e accordo con ristorazione per utilizzo prodotti del territorio in cambio di sgravi fiscali;.

10) Nuovo Piano Regolatore Generale

Riceviamo e pubblichiamo da

Mauro Visari, Claudio Moscardelli, Gioacchino Quattrola

 

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto