CLAN CIARELLI-DI SILVIO
Primi interrogatori, ascoltato anche l’immobiliarista

LATINA – Al via i primi interrogatori dell’operazione Caronte che ha portato a Latina all’arresto di 34 persone accusate a vario titolo di associazione per delinquere usura, estorsione e tentato omicidio. In Tribunale è stato ascoltato un immobiliarista accusato di concorso in usura che ha negato le accuse. Poi il gip Tiziana Coccoluto che ha emesso il provvedimento cautelare ha ascoltato gli altri indagati che si trovano in carcere. La maggior parte si sono avvalsi della facoltà di non rispondere, hanno detto di essere innocenti e hanno negato le accuse. E’ stato interrogato Gianluca Mattiuzzo che ha dichiarato che le stesse domande rivolte dal gip sono le stesse a cui ha risposto in occasione dell’operazione Andromeda. Antonio Di Silvio detto Sapurò ha sostenuto invece che essendo invalido non poteva nascondere le armi come riportato nell’ordinanza. E poi sono stati ascoltati anche Mario Carboni, Alessandro Paglierini, Giuliano Papa, Mario Esposito, e Antongiorgio Ciarelli che si è avvalso della facoltà di non rispondere. Domani saranno interrogate le donne che sono state arrestate. I fatti contestati risalgono al 2010 da quando è iniziata la guerra criminale.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto