RAPINA DA FIAMMA 2000
Restano in carcere Nardone e Peluso

L'ingresso del carcere di Latina

LATINA – Restano in carcere Daniele Nardone e Carlo Peluso, i due 31enne accusati di aver messo a segno un colpo al distributore Fiamma 2000 di Borgo Faiti finito con una sparatoria. Lo ha deciso il Gip Laura Matilde Campoli dopo la camera di consiglio seguita all’interrogatorio in carcere. I due uomini sono accusati di rapina e tentato omicidio. Daniele Nardone ha confessato ammettendo le proprie respondabilità e scagionando Peluso che ha negato tutto così come aveva fatto al momento dell’arresto da parte della Polizia. Nardone ha detto di messo a segno il colpo con una altra persona.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto