SCUOLA “PICCARO”
Inaugurato il primo laboratorio multimediale

Il nuovo laboratorio del plesso "Piccaro"

LATINA – E’ stato inaugurato ieri (13 aprile), nei locali del plesso “L. Piccaro” del V circolo didattico di Latina, uno dei due laboratori multimediali patrocinati dalla Fondazione Roma.

«Le nuove tecnologie nel quotidiano scolastico, se utilizzate in modo mirato e corretto, possono rivelarsi autentiche risorse per la didattica – spiega Lorella Callea, insegnante presso la scuola primaria – Nel quinto circolo si è cominciato a lavorare per questo obiettivo nel ’98, quando gruppi di docenti si auto formavano insieme su un unico pc in uso nella segreteria. Da allora molti passi in avanti sono stati fatti: sperimentazioni nelle classi, i computer sono aumentati grazie ai contributi dei genitori che ci hanno offerto le loro macchine. Il laboratorio man mano si è ingrandito, fino ad oggi che grazie alla Fondazione Roma abbiamo la possibilità di insegnare/apprendere anche attraverso una rete didattica: ogni alunno ha la sua postazione e può lavorare individualmente, ma anche in coppia o in gruppo, collaborando e interagendo con altri attraverso l’uso della rete.

Nella scuola si guarda anche a un altro strumento multimediale, la Lavagna interattiva multimediale (Lim). «La scuola – spiega ancora la Callea – deve far entrare nella didattica i linguaggi propri delle nuove generazioni, potenziando gli aspetti multimediali e interattivi propri del nuovo contesto sociale e culturale. In questo senso la Lim è una risorsa importante perché facile da usare, accattivante e altamente flessibile rispetto alle esigenze degli alunni e alle richieste degli insegnanti. Ed è per questo motivo che ci attendiamo che le nuove tecnologie si rivelino ambienti multimediali di lavoro fortemente efficaci, ambienti fisici e reali all’interno delle classi, ma allo stesso tempo ambienti in grado di aprirsi alla vastità del mondo telematico e digitale. L’insegnante, con gli alunni della classe 3 B, ha dimostrato il livello di autonomia e preparazione dei bambini su costruzione di figure geometriche su software “Logo”, attraverso la costruzione di mappe concettuali su Powerpoint, la ricerca di informazioni su internet e sintesi su Word, l’uso della posta elettronica, i giochi on line di logica e matematica su siti didattici e il disegno su Paint.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto