TAVOLO SINDACALE IN FEDERLAZIO
Stabilita l’applicabilità dell’articolo 8 della finanziaria

LATINA – Federlazio ha incontrato ieri i segretari provinciali di Cgil, Cisl, Uil e Ugl decretando la nascita di un Tavolo Sindacale, che ha lo scopo di arrivare a firmare un accordo quadro per l’applicabilità in provincia di Latina dell’art. 8 della Manovra Finanziaria 2011 attraverso il Contratto di Prossimità che prevede che i contratti aziendali e territoriali possano operare anche in deroga alle disposizione di legge e alle relative regolamentazioni contenute nei Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro. Alla luce di queste importanti novità il Gruppo di Lavoro Federlazio ha intrapreso un percorso complesso ed articolato al termine del quale sono state individuate alcune criticità del rapporto di lavoro che necessitano di interventi per arrivare a raggiungere una più alta efficienza nell’organizzazione del lavoro e della produzione, migliorando le condizioni generali dei dipendenti. Sono stati individuati in particolare sei punti, messi nero su bianco in una proposta preparata da Federlazio, che ieri è stata presentata alle 4 segreterie generali dei sindacati presenti in provincia di Latina (Cgil, CISL, UIL e UGL).
Un incontro importante che ha visto la partecipazione di Salvatore D’Incertopadre, segretario generale Cgil Latina, di Maria Antonietta Vicaro, segretario generale UGL Latina, di Luigi Garullo segretario generale UIL Latina e di Tommasina Fantozzi della segreteria generale della CISL di Latina.
Al termine dell’incontro Cgil, CISL, UIL, UGL e Federlazio hanno deciso di dare il via ad un Tavolo Sindacale per individuare nuove strategie di Relazioni Industriali da attuare nella nostra provincia.
In particolare si inizierà a lavorare sulla ridefinizione, a livello aziendale, della Classificazione del Personale (livelli e mansioni dei lavoratori previsti dal CCNL), sull’Istituto della Flessibilità che rappresenta un utile strumento per le PMI per fare fronte a periodi di picco e calo produttivo soprattutto in periodi come quello che stiamo vivendo. La Flessibilità, infatti, potrebbe essere un valido strumento alternativo agli Ammortizzatori Sociali senza produrre, però, alcuna diminuzione nella sfera retributiva dei lavoratori. Il confronto, nei prossimi mesi di lavoro, avverrà anche su un altro dei punti della proposta Federlazio che prevede l’istituzione di un Fondo Paritetico di Solidarietà Aziendale sostenuto ed alimentato dagli imprenditori, non tassabile, per offrire servizi di supporto ai lavoratori quali: sanità, maternità, borse di studio etc.

Considerando che negli ultimi anni è fortemente diminuito il potere di acquisto dei lavoratori e che è, invece, aumentato il peso fiscale sui redditi da lavoratori dipendenti (in Italia i dipendenti hanno le retribuzioni più basse d’Europa!) il Gruppo di Lavoro della Federlazio vuole proporre la possibilità, da parte del datore di lavoro, di introdurre forme di “retribuzione indirette” esenti da tassazione fiscale e contributiva anche attraverso un sistema premiante.
Un progetto ambizioso, così come definito anche dalle organizzazioni sindacali presenti all’incontro di ieri, che vedrà come obiettivo primario del Tavolo Sindacale quello di sottoscrivere un Accordo Quadro con Cgil, CISL, UIL e UGL sulla percorribilità e operatività in provincia di Latina del Contratto di Prossimità come previsto dall’art. 8 della Manovra Finanziaria 2011.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto